Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Ag. Juan: "Effettivamente la Juve lo ha cercato"


Ag. Juan: 'Effettivamente la Juve lo ha cercato'
06/10/2011, 14:10

In una Roma che sembra aver finalmente imboccato la strada giusta, c'è anche qualcuno che non pare abbia molti motivi per sorridere. Si tratta del difensore centrale Juan. Il nazionale brasiliano infatti, nonostante abbia ormai smaltito l'infortunio al ginocchio destro che l'ha tenuto a lungo fermo, non è mai stato ancora convocato dal tecnico Luis Enrique. Questo ha inevitabilmente generato nella Capitale l'insorgere di voci su presunte acredini tra giocatore e allenatore, con il sudamericano - finito nel mirino della Juventus - pronto a fare le valigie già a partire dal prossimo gennaio. Calciomercato.it ha dunque contattato in esclusiva l'agente dell'ex Bayer Leverkuse, Michele Gerbino, per capire quale sia la reale posizione del suo assistito. "Un calciatore che non gioca non può essere contento, sarebbe strano il contrario - ha esordito Gerbino in esclusiva a Calciomercato.it -. Ora lui sta benissimo ed è pienamente recuperato. Non ci sono problemi con il tecnico che finora non l'ha convocato perché non lo vede al 100%. Certo che se dovesse continuare ad  essere lasciato fuori, Luis Enrique dovrà spiegarne il motivo. La Juventus? Delle voci sul'interesse da parte dei bianconeri effettivamente sono arrivate anche a me, così come quelle relative ad altri club italiani ed esteri di primissima fascia ma comunque non c'è stato alcun tipo di contatto diretto. Juan però ha un contratto con la Roma fino al giugno 2013 e non ha intenzione di lasciare la Capitale. Anche la stessa società giallorossa, con la quale ho parlato lo scorso fine settimana, mi ha confermato che il giocatore è assolutamente al centro del progetto. Certo, se poi le cose dovessero cambiare e la Roma decidesse di non puntare più su di lui, ci muoveremmo di conseguenza. Le offerte per un calciatore del suo livello di certo non mancherebbero".

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©