Sport / Pallanuoto

Commenta Stampa

Agevole vittoria del Posillipo che batte il Nuoto Catania per 11 a 6


Agevole vittoria del Posillipo che batte il Nuoto Catania per 11 a 6
12/12/2011, 10:12

CN Posillipo: Negri, Perez 2, Paskovic 2 (1R), Buonocore, Mattiello, Bertoli, Renzuto 1, Gallo 1, Minguell 1, Calcaterra 2, Baraldi 2, Saccoia, Antonino - Allenatore Carlo Silipo;
Nuoto Catania: Ruffelli, Torrisi B., Scuderi, La Rosa, David, Riccioli 1, Scebba 1, Nikolic 1, Kacar 1, Privitera 1, Castagna 1, Torrisi G., Torrisi C., - Allenatore Giuseppe Dato;
Arbitri: Daniele Bianco di Rapallo (GE) e Fabio Brasiliano di Recco (GE) – delegato FIN Ricci
Parziali: 2-1, 3-0, 4-3, 2-2;
Note: espulsioni definitive per raggiunto limite di falli David (C) nel 3°T e Castagna (C) nel 4°T
Superiorità Numeriche: Posillipo 7/18 + 1/2R; Catania 4/10 + 0/1R;

Come era facilmente prevedibile, incontro senza storia che il Posillipo, peraltro con la testa già rivolta al turno infrasettimanale di Euro Cup, domina senza forzare particolarmente.
Si parte al piccolo trotto e la prima emozione la procura Calcaterra con una beduina che però il portiere etneo para bene sul palo alla sua destra; bisogna aspettare oltre cinque minuti per vedere la prima rete della partita realizzata in superiorità da Baraldi che poi allo scadere raddoppia con una splendida beduina, mentre la risposta degli ospiti è affidata a Riccioli che costruisce il temporaneo pareggio realizzando un gol con l’uomo in più. Un ottimo anticipo di Bertoli in difesa permette ai padroni di casa di conquistare un rigore che però Mattiello, incaricato del tiro, fallisce colpendo il palo.
Nel secondo quarto una doppietta di Perez e un gol di Calcaterra portano il vantaggio dei rossoverdi a +4 scavando un solco che risulterà praticamente incolmabile nei periodi successivi per la scarsa consistenza degli avversari.
Nel terzo tempo, complice anche un momentaneo calo di tensione dei ragazzi di Silipo, i siciliani riescono a dimezzare lo svantaggio, ma le reti di Gallo, Calcaterra, Paskovic e Minguell (tutte in superiorità) ristabiliscono immediatamente le distanze.
A giochi ormai fatti, l’ultima frazione vive di episodi come il rigore segnato da Paskovic e le tre reti realizzate negli ultimi 100 secondi da Renzuto per il Posillipo e Nikolic e Privitera (a 7’ e 59”) per il Nuoto Catania.
Infine, è probabilmente superfluo rimarcarlo dopo ogni partita, ma va comunque, ancora una volta, evidenziata la prestazione di Tommaso Negri che anche in questo incontro è riuscito a rendere “normale amministrazione” alcuni interventi eccezionali come il rigore parato a Kacar nel quarto tempo (tirato molto bene nell’angolo basso alla sinistra del portiere) e svariate respinte su tiri indirizzati all’incrocio dei pali equamente distribuite tra secondo e terzo periodo.
Il laconico commento di Silipo sul match: “Poco più di un buon allenamento! Incameriamo i tre punti e pensiamo all’incontro di Euro Cup che ci attende mercoledì prossimo”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©