Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Agostinelli: "Sarà l'anno della consacrazione di Pandev"


Agostinelli: 'Sarà l'anno della consacrazione di Pandev'
02/08/2012, 14:08

A Radio Crc è intervenuto Andrea Agostinelli, allenatore italiano: “Nel primo tempo le punte, e soprattutto Vargas, si muovevano poco. Il cileno non ha saputo muoversi negli spazi e creare profondità. Passata la prima fase di gioco, il Napoli si è sbloccato ed ha cominciato a giocare come sa, dominando la partita. Si è notato che il Napoli, quando prendeva palla, ribaltava l’azione. E’ questa la forza di una squadra che reputo importante quando crea cinque palle gol e ne subisce una sola. Il Napoli ha preso gente esperta come Behrami e Gamberini ma non vecchia. Pandev segna ad ogni partita ed è decisivo. Gli assist che ha fatto, indipendentemente dal gol segnato, sono stati bellissimi. Dalla fine dello scorso campionato è tornato ad essere quel talento che tutti conosciamo. Mazzarri mi pare si sia esposto su Pandev e credo possa essere per il macedone l’anno della consacrazione. Insieme a Cavani, Insigne ed Hamsik può formare un quartetto non da poco. Gamberini ha grande personalità, le cose difficili le fa diventare facili. Questa sua sicurezza nel giocare anche palle difficili è una delle sue doti principali. In difesa Mazzarri avrà sei giocatori tutti di grandissimo livello e nessuno può avere il posto da titolare assicurato. Sono certo che in alcuni match il Pocho mancherà al Napoli perchè è impossibile che in qualche partita non si possa sentire la sua assenza ma Insigne credo sia già cresciuto ed ha la strafottenza napoletana per entrare dentro e spaccare il mondo. Insigne e Pandev, insieme, spero che faranno dimenticare Lavezzi”.

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©