Sport / Kart

Commenta Stampa

Al Circuito di Siena il primo corso di pilotaggio in karting per piloti disabili


Al Circuito di Siena il primo corso di pilotaggio in karting per piloti disabili
29/04/2010, 15:04

Castelnuovo Berardenga (Siena), 29 aprile 2010. Il Circuito di Siena è stato teatro di una meritevole iniziativa aprendo le porte al primo corso dell’anno per piloti disabili, una iniziativa quindi di valore sociale e incentrata alle aspettative sportive di quanti hanno avuto la sfortuna di rimanere invalidi nell’attività motoria agli arti inferiori. Il corso è stato organizzato dalla FISAPS (Federazione Italiana Sportiva Automobilismo Patenti Speciali) ed ha visto scendere sulla pista senese alcuni giovani desiderosi di intraprendere a livello amatoriale l’attività di pilota in karting.

Sotto la guida del direttore della scuola, il romano Claudio Tomei, e dell’istruttore fiorentino Lorenzo Sestini, vincitore del primo campionato Fiat Punto per disabili, sono state effettuate lezioni teoriche e una serie di test pratici di avvicinamento alla guida sportiva a cui hanno partecipato 7 allievi, in questo caso provenienti dal centro Italia (Pisa, Arezzo, Sesto Fiorentino, Lucca, Bologna e Ferrara). Altri corsi saranno tenuti a breve in altre zone d’Italia con l’obiettivo di organizzare prossimamente, con la collaborazione di CSAI e FIK, un vero e proprio campionato nazionale di quattro prove.

Continua così con le migliori aspettative l’attività della Fisaps anche nel karting, proseguendo l’impegno profuso dal compianto Clay Regazzoni negli anni in cui è stato presidente onorario di questa Federazione.

I kart usati per la sessione di prova al Circuito di Siena sono stati dei Parolin con motore Iame 125 cc. monomarcia, dotati di roll-bar e cinture di sicurezza, con comandi speciali di acceleratore e freno al volante adattati dalla Guidosimplex.

“Quest’anno la Fisaps ha intenzione di organizzare un proprio campionato karting – hanno confermato il direttore Tomei insieme all’istruttore Sestini – e anche per questo motivo teniamo questi corsi di pilotaggio. Il nostro obiettivo comunque è creare interesse ai giovani disabili e avvicinarli al mondo dello sport, in questo caso i motori, karting ma anche automobilismo. Voglio ringraziare il Circuito di Siena che ci ha accolto con grande ospitalità, mettendoci nelle migliori condizioni per poter svolgere il nostro lavoro. La pista si Siena si è rivelata ideale per le nostre esigenze. I ragazzi che hanno partecipato a questo corso sono rimasti tutti molto contenti e soddisfatti”.

Per favorire altre simili iniziative e dare la possibilità anche ai disabili di poter frequentare il Circuito di Siena, la pista sarà presto dotata di alcuni kart appositamente adattati alle loro esigenze.



Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©