Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Il Comune impiegherà fondi per ottanta milioni di euro

Al via il progetto di restyling del San Paolo


Al via il progetto di restyling del San Paolo
03/02/2010, 09:02

NAPOLI - Un San Paolo sempre più in stile inglese: è questo il progetto che, se dovessero essere rispettati i piani, vedrebbe l'impianto di Fuorigrotta diventare uno dei più caratteristici in Italia. I posti, dai vecchi 78.210 (ridotti poi agli attuali 60.000 circa), diverranno 55/60.000. La pista di atletica verrà eliminata, azzerando la distanza fra campo e spalti, logistica tipicamente british. In questo modo il calore dei tifosi partenopei si esprimerebbe al massimo delle proprie potenzialità, mettendo in enorme difficoltà le squadre avversarie.  La copertura sarà rinnovata, e anche i tifosi seduti più in basso  non si bagneranno per la pioggia. Il progetto ha già l'ok della Figc, che più volte ha spiegato all'amministrazione comunale come il San Paolo non sia un impianto che rispetti i nuovi criteri europei. Ci saranno per questo anche moderni servizi igienici, accessibili anche ai disabili, e, novità interessante, lo stadio sarà circondato da centri commerciali, stores ufficiali degli azzurri, ristoranti, bar e parcheggi. Tutto questo per gli Europei 2016: i lavori dovrebbero partire nel 2011.

Commenta Stampa
di Davide Schiavon
Riproduzione riservata ©