Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

VISTO DA JOSE'

Alberti: "Boccio il mercato. Pocho vicino al City"


Alberti: 'Boccio il mercato. Pocho vicino al City'
09/09/2011, 14:09

Inizia oggi una nuova rubrica del sito Pensieroazzurro.com. In esclusiva per la nostra redazione, uno spazio interamente dedicato alle vicende sportive del Napoli viste da un grande ex azzurro: Josè Alberti.
Da agente Fifa e grande conoscitore del calcio internazionale, Alberti commenterà per i tifosi azzurri la stagione agonistica del Napoli.

Josè, siamo alla vigilia dell'esordio in campionato del Napoli. Come vede la squadra?
Allora, se dobbiamo parlare di mercato, vado contro corrente a tutto e tutti. Io boccio il mercato del Napoli. Non è una critica dura, perchè sono un grande tifoso azzurro, ma una constatazione obiettiva. Degli acquisti salvo solo Gokhan Inler, che è un giocatore che si integra perfettamente nello schema e da cui la squadra può trarre beneficio, e Federico Fernandez, che reputo un buon giocatore ed un bravo ragazzo. Gli altri non mi piacciono

Proprio nessuno? Insomma, sono arrivati giocatori come Pandev, Dzemaili, Santana, Donadel...
E allora? Dzemaili è bravo, ma deve ancora dimostrare quanto vale. Santana non ha fatto quasi nulla con la Fiorentina. Stessa cosa Donadel, che giocava poco o niente in viola. Pandev poi...per me è un giocatore lento in fase di realizzazione, e non è quello che serve al Napoli. Io avrei preso Zarate che è andato a basso prezzo all'Inter ed è veloce e bravo con gli assist.

E Chavez?
Un altro acquisto che non ho capito. Non avrà spazio e intanto occupa un posto da extracomunitario. Alla fine il Napoli ha speso tanti milioni di euro per non fare il salto di qualità. Io li avrei spesi per due campioni, ma che potevano cambiare tutto. Calcoliamo poi che lo scorso anno siamo arrivati terzi, ma squadre come Roma e Juventus hanno fatto un campionato fallimentare. Ora quelle squadre si sono rafforzate, così come ha fatto la Lazio, e la lotta sarà più dura.

Almeno, però, non sono stati venduti i gioielli...
Si, ma ci è mancato poco. Guardate che Lavezzi era sul punto di andare via. Ha tante richieste dalla Premier League. Due anni fa, come tutti sapete, ci fu il forte interesse del Liverpool. Quest'anno il Pocho è stato ad un passo dal Manchester City. Era la seconda scelta nel caso non fosse arrivato Aguero o fosse partito Tevez. Poi è arrivato il Kun e Tevez è rimasto dov'era, e non è successo nulla.

Veniamo al match di sabato. Come vede la sfida con il Cesena?
Se si vogliono confermare i livelli dello scorso anno bisogna andare lì senza pensare a nulla se non la vittoria. Il Cesena non può far male al Napoli. Serve giocare senza paura, e in questo aiuteranno i 7-8 mila tifosi azzurri giunti a seguito. E' gente che non può restare delusa. L'unica cosa che mi preoccupa è lo stato fisico. Non ho visto fino ad ora una squadra molto in forma, e poi ci sono giocatori che hanno giocato la Coppa America. Spero solo che la mente non sia nella stessa situazione.

In che senso?
Nel senso che per vincere serve innanzitutto una mentalità vincente. Io temo una cosa. Che dopo la sconfitta pesante contro il Barcellona alcuni giocatori abbiano perso quella mentalità. Si sapeva che era una partita a "rischio". Io non l'avrei mai giocata, perchè il Barcellona è capace di umiliare chiunque. Ed uscire con le ossa rotte dal campo fa male.

E il Napoli può perdere questa mentalità?

Certo! Anche perchè è una squadra fatta di gente che non è abituata a vincere. Mi fa male dirlo, ma è così. Guardiamo la rosa del Napoli. Chi ha mai vinto uno scudetto? Lo ha fatto Pandev, che ha vinto anche altro, ma non da protagonista. Lavezzi e Fernandez sono stati campioni, ma in Argentina. E' questo è un fattore che pesa nelle grandi competizioni e nelle gare dure.

A proposito di grandi competizioni. Dopo Cesena, toccherà al ritorno in Champions League. Mercoledì c'è il Manchester City, la squadra del Kun Aguero, il genero di Diego Armando Maradona. Sa se si sono parlati?
A parte che Diego è in contatto ogni giorno con il suo nipotino, il figlio di Aguero. Ma poi, da quando ha saputo che il City è nel girone degli azzurri, parla ogni giorno di Napoli al Kun. Gli ha detto "guarda che quando vai a Napoli ti aspettano 80mila persone".

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.
Belen balla con Cristiano Malgioglio
Gita in barca per Belen
Belen Rodriguez