Sport / Motogp

Commenta Stampa

Alex Marquez e NITEK ancora a punti a Motegi nella Classe Moto3


Alex Marquez e NITEK ancora a punti a Motegi nella Classe Moto3
15/10/2012, 15:06

La prima delle tre gare intercontinentali che conducono al termine della stagione MotoGP si è conclusa con altri punti per Alex Marquez, schierato nella Classe Moto3 con il Team Ambrogio Next Racing di Fiorenzo Caponera. Per il giovanissimo talento spagnolo, all’esordio sul palconscenico Mondiale, il circutio di Motegi rappresentava un test importante per confermare le buone prestazione offerte sino ad ora. L’alfiere di Nitek ha saputo affrontare il selettivo e tracciato giapponese con metodo facendo registrare il continuo miglioramento dei tempi sul giro sin dal primo turno delle prove libere sino alle qualificazioni che ha concluso posizionandosi in sesta fila sulla griglia di partenza. Su un tracciato poco adatto alla minima cilindrata, caratterizzato da ripetuti “stop and go”, con forti frenate e ripartenze da basse velocità, Alex Marquez era confidente di poter inserirsi nel gruppo di testa, consapevole di un passo gara non lontano dai leader della categoria e confidente di poter ulteriormente migliorare la sua prestazione. Allo spegnersi del semaforo il portacolori di Nitek non è riuscito a svincolarsi di alcuni piloti che lo hanno frenato nelle prime fasi di gara facendogli perdere il contatto con i primi. Spettacolare e avvincente come d’abitudine, la gara della Classe Moto3 ha offerto diversi spunti ad alto tasso emozionale e ha confermato la crescita agonistica di Alex Marquez che ha concluso al quattordicesimo posto. Il secondo pilota del Team Ambrogio Next Racing, lo svizzero Giulian Pedone, ha concluso in venticinquesima posizione. Alex Marquez e Nitek sono ora in viaggio verso la Malesia dove nel prossimo week end si correrà sul circuito di Sepang.

 

Alex Marquez – Pilota NITEK - Team Ambrogio Next Racing – Moto3 - #12

14° posizione – 18° miglior tempo: 2’00”252

E 'stata una gara difficile, in cui abbiamo avuto problemi nelle prime fasi a trovare il passo. Quando mi sono sentito più a mio agio sono stato in grado di guadagnare posizioni, ma ero parte di un gruppo che ha rallentato i miei progressi. Punto a inserirmi nel gruppo di testa in Malesia, perché il feeling con la moto migliora a ogni gara”.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©