Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Allegri spera in una nuova frenata del Napoli


Allegri spera in una nuova frenata del Napoli
22/04/2011, 13:04

Dal Milan di Ibrahimovic fino a quello di Pato. Momenti di una stagione lunghissima. Ma il Milan scudetto potrebbe diventare quello di Robinho e Cassano. Allegri non ha altre scelte. Mancano i titolari, (il brasiliano è infortunato, lo svedese sempre squalificato) ci sono Binho e Fantantonio, due autentici portafortuna. Non è la prima volta che il tecnico rossonero li presenta insieme dal primo minuto. Non è un ripiego: con i due in coppia in attacco, il Milan ha fatto grandi cose, lo dicono i numeri.

Insieme nella seconda giornata di ritorno contro il Cesena, Cassano è decisivo nell'autorete di Pellegrino. Primi tre punti. Ancora dal primo minuto a Verona: lancio di Cassano, torre di Ibra e rete discussa di Robinho. Davanti anche in Milan-Parma, quando il talento di Bari Vecchia segnò la rete del 2-0 e regalò a Robinho, entrato nella ripresa, due assist vincenti per le reti numero tre e quattro. Infine domenica scorsa: nel 3-0 alla Samp, Cassano dopo aver realizzato una rete su rigore, ha regalato all'ex del City la palla della definitiva vittoria.

Le statistiche promuovono la coppia: nelle dieci partite dove i due hanno giocato insieme anche per pochi minuti, il Milan ha messo insieme 7 vittorie, 2 pareggi e una sconfitta. A Brescia domani alle 19 un'altra prova scudetto. «Questo week-end potrebbe essere quasi decisivo, se gli altri risultati saranno dalla nostra parte». Parole di Marco Amelia, che a Brescia dovrebbe tornare in panchina con il recupero di Christian Abbiati. Ma come ripete Allegri, e con lui Galliani, meglio non fidarsi: «So cosa vuol dire avere davanti una squadra che vuole salvarsi, quindi andremo a Brescia ancora più cattivi, consapevoli che l'aspetto psicologico sarà fondamentale».

E, se il Palermo domani dovesse battere il Napoli in casa, il primo maggio a San Siro contro il Bologna potrebbe già andare in scena la festa scudetto. E ora il Brescia. Penultimo in classifica, ma grande con le grandi, specie al Rigamonti. Il Brescia in casa, infatti, in questa stagione ha imposto il pari 1-1 all'Inter di Leonardo, all'epoca lanciata alla rincorsa ai rossoneri. Stesso risultato contro la Juve di Del Neri, mentre la Roma a inizio stagione a Brescia ha addirittura perso 2-1. E contro i giallorossi le Rondinelle hanno ottenuto pure un pareggio all'Olimpico.
 
Fonte: Leggo .

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©