Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Allegri:"Partita difficile temo Hamsik"


Allegri:'Partita difficile temo Hamsik'
24/10/2010, 16:10

Dopo la dura lezione subita a Madrid il Milan riparte dalla sfida con il Napoli, domani sera al San Paolo, ma Allegri assicura che non ci saranno grandi cambiamenti. «Non credo che domani sera a Napoli proveremo qualcosa di nuovo, ma potrà cambiare qualche giocatore, abbiamo molte assenze, anche per quello per forza qualcosa si cambierà. In difesa dovrebbe giocare Bonera a destra, Antonini a sinistra, Nesta e poi il dubbio tra Papastathopoulos e Yepes. Seedorf o Robinho? Ho ancora il dubbio tra Robinho e Seedorf, ma comunque giocheremo con il trequartista. Seedorf e Robinho, comunque, sono Due giocatori diversi, entrambi in grado di darci qualcosa di importante».

SEGNALI POSITIVI - Il tecnico del Milan ha ricevuto segnali positivi dalla squadra dopo la sconfitta con il Real: «Ci siamo allenati bene, la squadra ha la cattiveria giusta per affrontare la prossima partita. La partita di Madrid è un caso isolato, è stata una gara strana, la mettiamo da parte e che ci serva da lezione e che non si ripeta. Una sconfitta non può cambiare la mentalità della squadra, non possiamo perdere autostima. A Madrid abbiamo fatto male all'inizio nei primi quindici minuti prendendo due gol in maniera fortuita con un errore in barriera e un autogol. In generale abbiamo giocato male, c'erano sempre le premesse per prendere gol e abbiamo commesso troppi errori. La cosa importante per noi domani sera sarà quella di fare una buona prestazione indipendentemente dagli avversari».

BERLUSCONI - Il presidente Berlusconi non è troppo preoccupato. «Berlusconi mi ha chiamato ieri ma non ha rivolto alla squadra alcuna critica, anzi come sempre lui ci è vicino e come sempre trasmette serenità e tranquillità».

NAPOLI - Sarà una gara difficile contro il Napoli, Allegri teme soprattutto il reparto offensivo. «Il giocatore che temo di più del Napoli? Hamsik». C'è tempo per pensare al Real. «Io penso a domani che c'è il Napoli, prima della gara contro il Real Madrid c'è anche la Juve, credo sia giusto pensare una gara alla volta»
fonte:corrieredellosport.it

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©