Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

NEL MIRINO

Allenatore della Liga aiuta camorra nelle combine?


Allenatore della Liga aiuta camorra nelle combine?
11/06/2011, 23:06

Nel mirino degli investigatori di Napoli c'è anche un famoso allenatore della Liga, probabilmente sudamericano, che sarebbe venuto in contatto con i boss della camorra per organizzare combine nel campionato spagnolo. Venerdì pomeriggio i pm Rosario Cantelmo, Pierpaolo Filippelli e Claudio Siragusa, che indagano anche sugli investimenti del clan d'Alessandro, hanno interrogato come testimone un bookmaker austriaco che sta fornendo indicazioni sui flussi anomali di giocate registrate in occasione di alcune partite. Sono almeno trenta i match sotto la lente di ingrandimento dei magistrati.
I CAMPIONATI ESTERI - L'attenzione degli inquirenti in questa fase è concentrata, oltre che su partite di campionati italiani (in particolare della Lega Pro) soprattutto su presunte combine di incontri di calcio in campionati europei, come quello tedesco, e sudamericani. Secondo alcune indiscrezioni trapelate in ambienti giudiziari, gli investigatori starebbero anche approfondendo il ruolo di un allenatore della Liga spagnola, probabilmente di nazionalità sudamericana, che potrebbe essere entrato in contatto con esponenti dell'organizzazione. Spunti per le indagini sono offerti dai flussi anomali di giocate su determinate partite in Italia e all'estero. Non si esclude che il clan per alterare i risultati di campionati esteri si sia avvalso del contributo di calciatori contattati quando giocavano in Italia. Il procuratore di Napoli Giandomenico Lepore spiega che l'inchiesta «può portare all'estero. Non soltanto verso la Germania ma anche verso altri paesi europei e verso il Sudamerica. È ancora da chiarire - precisa - se il condizionamento avviene qui a Napoli oppure corrompendo personaggi anche all'estero. I clan hanno come scopo quello di realizzare un profitto. E hanno compreso che attraverso il gioco delle scommesse, magari riuscendo ad avvicinare qualcuno dei protagonisti, possono ottenere ingenti guadagni».
FONTE: Corriere della Sera

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©