Sport / Formula1

Commenta Stampa

Prima uscita del ferrarista. La Fia vuole chiarezza

Alonso finalmente in rosso. La Fia ricorre contro Briatore


Alonso finalmente in rosso. La Fia ricorre contro Briatore
11/01/2010, 21:01

MADONNA DI CAMPIGLIO - Nella località trentina è in programma questa settimana il Wrooom, tradizionale evento mediatico che apre la stagione di Formula 1, giunto alla sua ventesima edizione. Sono circa un centinaio i rappresentanti dei media presenti a Madonna di Campiglio. Da domani Alonso, Massa e Fisichella saranno i protagonosti sulle piste delle Dolomiti.
L’evento è stato l’occasione per vedere Fernando Alonso che, per la prima volta, mostra i suoi nuovi "colori". Con il pilota spagnolo anche Felipe Massa e Giancarlo Fisichella.
Intanto prima dell’avvio della Formula uno tiene ancora banco la vicenda Briatore.
La Federazione Internazionale Auto ha annunciato il ricorso contro la riabilitazione del manager della Renault. Il presidente della Fia, Jean Todt, ha fatto sapere che sara' presentato appello alla sentenza del tribunale civile francese che il 5 gennaio ha annullato la squalifica a vita in Formula 1 per l'ex manager della Renault per la presunta "combine" nel Gp di Singapore. Todt ha spiegato che con il ricorso, sostenuto all'unanimita' dai legali e dai consiglieri della Federazione, si vuole "garantire l'integrita' e la sicurezza dello sport" e ha ribadito che nel frattempo per la Fia la radiazione resta in vigore. Briatore, all'epoca responsabile della Renault F.1, era stato radiato il 21 settembre dopo essere stato giudicato colpevole, insieme al dt della scuderia Pat Symonds, di aver ordinato a Nelson Piquet jr di causare un incidente per aiutare il compagno Fernando Alonso a vincere il GP in questione. Il manager italiano si e' sempre dichiarato innocente. Todt ha ricordato che nella campagna che ha portato alla sua elezione al vertice della Fia, il 23 ottobre, si era impegnato a introdurre "un nuovo procedimento disciplinare" che permettera' di rispondere a questioni come quelle sollevate dal tribunale parigino.

Commenta Stampa
di Mario Aurilia
Riproduzione riservata ©