Sport / Vari

Commenta Stampa

Anche quest’anno il COISP è stato presente alla Maratona di Venezia


Anche quest’anno il COISP è stato presente alla Maratona di Venezia
25/10/2009, 18:10

Il Coisp, il Sindacato Indipendente di Polizia, c’è ancora in prima fila per far sentire la voce dei Poliziotti italiani e portare una testimonianza viva di legalità anche attraverso lo sport. Anche quest’anno infatti, come accade da 10 edizioni consecutive per espressa volontà dei quadri dirigenziali veneziani e nazionali del Coisp, era sulla linea di partenza della Venice Marathon, a fare, con uno striscione stampato per l’occasione, da “muro” per gli atleti pronti a partire, e ripreso da tutte le televisioni internazionali che seguivano la manifestazione. Già da ieri, durante le operazioni della punzonatura, il gazebo del Coisp ha fatto bella mostra di sé mentre gli atleti si preparavano al grande evento, con la visita anche di Oscar Pistorius. Durante la giornata sono stati distribuiti migliaia di volantini con lo slogan pensato per questa edizione della Venice Marathon “Nonostante tutti i tagli alle risorse economiche, le promesse politiche mai mantenute che ormai stanno annientando le Forze dell’Ordine, noi continuiamo a correre con l’orgoglio della nostra Professione al vostro servizio”.
La Maratona di Venezia, ribattezzata dagli addetti ai lavori la “grande classica d’autunno”, è un evento sportivo capace di radunare lungo 42,195 chilometri oltre settemila partecipanti provenienti da tutto il mondo. Molto di più di una gara, molto di più di una festa di sport. La 42 km veneziana è nata più di vent’anni fa e da dieci l’attuale dirigenza del Coisp è un partner fedele e affezionato alla manifestazione.
Dal 1986, anno della prima edizione, con 713 partecipanti (un numero peraltro importante per il movimento podistico italiano dell’epoca) la Venicemarathon è cresciuta qualitativamente e quantitativamente e gli effetti sono sotto gli occhi di tutti.
Nell'albo d'oro della Venicemarathon nomi illustri dell'atletica azzurra hanno tagliato per primi il traguardo: Salvatore Bettiol nelle prime due edizioni del 1986 e 1987, nel 1988 si impose Orlando Pizzolato, due volte vincitore della maratona di New York, due anni più tardi Gelindo Bordin, campione olimpico a Seul. Nel 1995 vinse Danilo Goffi e dietro arrivò Stefano Baldini.
Oggi il keniano John Komen ha vinto, stabilendo il nuovo record della maratona, davanti ai connazionali Paul Samoei e Benson Kipchim Cherono. Un'altra prova del Sindacato Indipendente di Polizia per far sentire la sua voce e quella dell’intera Polizia di Stato.
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©