Sport / Vari

Commenta Stampa

Applausi per la ASD Brava Torre under 16


Applausi per la ASD Brava Torre under 16
14/03/2011, 10:03

Barra/Vico Equense - Finisce tra gli applausi del pubblico avversario l’avventura della squadra under 16 femminile della ASD Brava Torre. La gara di ritorno dell’Ottavo di Finale si è disputata giovedì 10 marzo 2011 presso il Palasport di Barra ed ha visto la compagine corallina disputare una grande prestazione contro il fortissimo Centro Ester che vantava tra le sue fila ben 3 nazionali provinciali ed altrettanti atlete di categoria superiore (serie D). Fin dal primo set la squadra dei coach Pernice-Cuciniello è apparsa completamente diversa da quella dell’andata, mettendo da subito in difficoltà le avversarie sorprese dalla intraprendenza e tenacia delle coralline che spesso si sono trovate in vantaggio nel punteggio parziale di ciascun set, sapendo sfruttare al meglio il muro delle centrali De Luca-Garofalo. La differenza l’ha fatta la maggiore esperienza del Centro Ester che è riuscito a superare la Brava Torre di misura (25-18, 25-20, 25-20). Alla fine della gara le atlete della Brava Torre sono uscite tra gli applausi del pubblico ma soprattutto dei dirigenti e degli allenatori del Centro Ester che si sono complimentati con le coralline per la prestazione ed il gioco espresso. Commentano all’unisono il presidente Gerardo Balzano e gli allenatori Pernice-Cuciniello: “Siamo usciti dalla fase finale a testa alta e tra i sinceri complimenti degli avversari. Siamo orgogliosi di questo gruppo che ha davanti a sé un futuro roseo”. Continua invece la marcia positiva dell’under 13 femminile della ASD Brava Torre, sponsorizzata anch’essa dall’Ing. Luigi Mele, che domenica mattina sotto un diluvio ha battuto 2 a 1 fuori casa a Vico Equense il Casali d’Equa consolidando il primo posto in classifica. La squadra ha dominato subito nel primo set esprimendo anche un buon gioco di attacco. Perso il secondo set, la forte compagine del presidente Balzano ha ripreso a macinare gioco nel terzo, aggiudicandoselo senza troppi patemi. Filippo Borriello

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©