Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

PARLA GALLIANI

"Aronica-Nocerino-Ibra? C'è chi si lamenta sempre"


'Aronica-Nocerino-Ibra? C'è chi si lamenta sempre'
06/02/2012, 11:02

Le notizie provenienti da Torino leniscono l’amarezza per una domenica che ha rischiato di essere ricordata come quella dell’addio allo scudetto milanista. Il pari con il Siena della Juventus riabilita invece lo 0-0 in dieci dei rossoneri che guadagnano un punto su Udinese, Lazio e Inter. «Ai tifosi dico di stare sereni: siamo l’unica squadra in corsa su tre fronti» racconta Adriano Galliani. «Abbiamo giocato con orgoglio, anche in dieci abbiamo cercato di vincere. Abbiamo battagliato, è un peccato perché vincendo saremmo andati in testa alla classifica pur con una partita in più rispetto alla Juve». Che il pomeriggio fosse in salita si era già capito alle 13 quando dall’altoparlante è partito a tutto volume l’inno dell’Inter. Ironia a parte, la gara ieri è stata condizionata dall’episodio che ha avuto come protagonista Ibrahimovic, in versione bad boy, ora atteso da una multa salatissima e, già oggi, alla decisione del giudice sportivo. «Prima o poi al Napoli avremmo segnato, abbiamo avuto la grande occasione di Robinho. Poi è successo quel che è successo: tutto è partito con Zuniga a terra, inutile recriminare» sbuffa l’ad rossonero. «Credo comunque che Ibra non potrà avere più di 2 giornate di squalifica visto che non c’è stata condotta violenta. La manata di Aronica su Nocerino? Io l’ho vista, l’arbitro no, va bene così. C’è chi si lamenta sempre...» chiude sibillino il vicepresidente milanista.
FONTE: CORRIERE DELLA SERA

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©