Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LO SCRIVE LA GAZZETTA

"Arriva Vargas...e se Maggio facesse il terzino"?


'Arriva Vargas...e se Maggio facesse il terzino'?
05/01/2012, 11:01

Benvenuto al Sud. Christian Maggio da Montecchio Maggiore è arrivato a Napoli nell’estate del 2008 e resterà in maglia azzurra almeno fino al 2015. Merito del rinnovo di contratto appena siglato con il presidente De Laurentiis e che Maggio ha festeggiato, assieme a Cannavaro ed Aronica, assistendo allo spettacolo teatrale di Alessandro Siani: «In effetti—rivela —,all’inizio ho avuto un po’ di difficoltà ad ambientarmi in città per via del mio carattere introverso. Adesso, però, capisco anche il dialetto e quando vengono i miei amici da Vicenza non se ne vogliono più andare»
Fiducia - Anche lui ha deciso di restare a Napoli e lo ha fatto sperando di cominciare a vincere qualcosa: «Sento la fiducia dell’allenatore e della società. Questo è un club ambizioso che tiene i giocatori più importanti e ne acquista altri come Vargas, che mi dicono sia molto forte. C’è un progetto a lungo termine e ci sono le potenzialità per far bene su tutti i fronti». Champions, campionato e Coppa Italia: «In effetti— continua Maggio a Radio Marte —, guardando a quest’ultima competizione potremmo davvero arrivare fino in fondo. Con il Cesena partiamo favoriti, poi eventualmente potremmo affrontare l’Inter per prenderci la rivincita dello scorso anno». Prima, però, c’è da pensare al Palermo. Al Barbera deve necessariamente cominciare la rincorsa del Napoli ai primi tre posti in classifica. Gli azzurri, infatti, debbono provare a cambiare marcia se vogliono riavvicinarsi alle grandi: «Da adesso in poi dovremo concentrarci esclusivamente sulla rimonta che vogliamo portare a termine. Le battistrada sono molto lontane, magià a partire da domenica possiamo risalire la china. Andiamo in Sicilia per sfatare il tabù che ci vuole sempre sconfitti in casa del Palermo e portarci via i tre punti. Sappiamo che sarà dura, anche perché abbiamo fatto spesso grande fatica contro squadre chiuse che lasciano pochi spazi».
Ripartenze - Diversamente, in Champions il Napoli si è esaltato proprio contro avversarie di valore che hanno concesso agli azzurri le ripartenze veloci: «Ormai, siamo un po’ lo spauracchio delle grandi d’Europa — continua Maggio con orgoglio—.Abbiamo dato tutti quel qualcosa in più che era necessario per centrare un obiettivo storico come il passaggio del turno. Adesso ci attende il Chelsea, che nonostante stia attraversando un momento difficile resta comunque uno squadrone. Con le nostre armi, però, potremo mettere in difficoltà gli inglesi». La corsa del Napoli e di Maggio, dunque, non vuole fermarsi agli ottavi. Anzi, Christian guarda già oltre: «Vorrei continuare ad accumulare esperienza internazionale, anche perché in estate spero di ricevere la convocazione per l’Europeo. In questi anni credo di essere migliorato molto in fase difensiva grazie a Mazzarri. Del resto, se in Nazionale gioco da difensore destro vuol dire che tatticamente sono cresciuto tanto». Chissà che con l’arrivo di Vargas e un nuovo modulo, Maggio presto non finirà con il fare il terzino anche nel Napoli.
FONTE: GAZZETTA DELLO SPORT

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©