Sport / Motorsport

Commenta Stampa

Arrivederci Gino!


Arrivederci Gino!
28/01/2013, 21:47

Purtroppo un centauro intraprendente, simpatico ed appassionato non avrà più modo di condividere le strade di tutti i giorni con noi. Gino Romanelli è stato chiamato da nostro Signore a raggiungerlo nel suo regno. Chi vi scrive era legato a lui da un sentimento di grande amicizia e stima.

D’altronde, come poteva essere altrimenti? Gino conquistava tutti per la sua “vulcanità”, per il suo riempirti d’affetto ed attenzioni. Un vero gentlman. L’allegria era il suo biglietto da visita, mentre i suoi occhi sprigionavano tanta energia positiva. Amava le moto ed amava la vita in moto. Più volte ho avuto modo di raccontare e scrivere le sue avventure. Il mio incontro con lui avvenne quasi dieci anni fa per caso. Di professione era ottico e mio padre Luigi, motociclista fino al midollo, era un suo cliente; sapete come funziona tra centauri, no? “Ah Gigi tuo figlio è giornalista del Roma? Come noi è motociclista? Bene devi presentarmelo”. Come rifiutare un invito simile? Andai a trovarlo nel suo negozio vicino Piazza Carlo III a Napoli e…..Conobbi così una persona straordinaria. Potrei raccontarvi tantissimi aneddoti, episodi, ma non lo faccio perché li custodisco gelosamente nel mio cuore. Chi ha avuto modo di incrociare le proprie ruote con le sue sa quanto abbiamo perso. Dispiace salutarti così amico mio. Tranquillo: tempo due curve terrestri e sarò lì con te a divertirmi tra le curve celesti; per sempre……

Commenta Stampa
di Alfredo Di Costanzo
Riproduzione riservata ©