Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

UDIENZA RINVIATA

Avv. Maradona: "Non verrà il 5 aprile perché"...


.

Avv. Maradona: 'Non verrà il 5 aprile perché'...
03/04/2012, 14:04

A Radio Crc è intervenuto Angelo Pisani, avvocato di Maradona:
 
“Maradona non verrà in Italia il 5 aprile perché ci sarà un rinvio dell’Udienza. Vi era incompatibilità tra i giudici e quindi l’Udienza verrà rimandata. Maradona si ritiene uno dei tanti contribuenti d’Italia, vittima dell’Equitalia. Ci tiene a dimostrare la sua innocenza perché vuole tornare in Italia a testa alta. La questione riguarda solo l’Equitalia e non anche il fisco italiano. Non è vero che Diego non verrà al processo per non creare troppo clamore. Se domani si decidesse che l’Udienza si terrà il 5 aprile, Maradona arriverebbe in Italia per discutere la sua causa. Le dichiarazioni recenti di Befera non spaventano. Se Diego venisse in Italia la Guardia di Finanza non gli toglierebbe nulla. Mai nessun cittadino è stato perseguitato per 25 anni dal fisco. Davanti ai giudici non esiste un giusto processo, e poi perché la legge è stata modificata ma mai adeguata, il cittadino è ancora vittima di un sistema sbagliato. Sarebbe normale che quando un esponente dell’Equitalia sbaglia, paghi quanto un contribuente. Questo non è ancora entrato nella testa dei giudici. Le regole basilari non vengono mai fatte rispettare. Oggi si terrà la testimonianza dei napoletani che vogliono esprimere solidarietà a Maradona. Sappiamo che Diego viene da un paese povero e poi, ha anche imboccato strade sbagliate. Quando i ragazzi di Scampia seguono esempi sbagliati, sarebbe giusto riportarli verso la strada della legalità. Ci sarà un messaggio sociale, un messaggio di Maradona che ha intenzione di ritornare a Scampia”.

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©