Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Bagni: "Priorità del Napoli è la difesa"


Bagni: 'Priorità del Napoli è la difesa'
05/07/2012, 15:07

A Radio Crc è intervenuto Salvatore Bagni: “Il calcio mercato? L’Inter sta facendo qualcosa ma più che altro sta rientrando con i conti. Il Napoli ha una cultura importante di una squadra che ha vinto, che ha giocato un bel calcio per cui qualcosa sicuramente farà, partendo dalla difesa a risalendo a centrocampo. L’attacco azzurro? Insigne ha personalità e si metterà a disposizione di un allenatore importante come Mazzarri. Spero che un ragazzo così giovane possa bruciare le tappe e ritagliarsi un bello spazio nella squadra della sua città. Poi, essendo napoletano potrebbe avere degli stimoli maggiori anche perché paura e timore fanno parte del vocabolario di Lorenzo Insigne. Io consulente del Napoli? So che è uscito un articolo in merito a questo discorso ma non c’è nulla di vero. L’addio di Lavezzi è stato doloroso da una parte per ciò che ha fatto e positivo per l’incasso della sua cessione. Dal punto di vista caratteriale il Napoli ha perso tanto. Il presidente De Laurentiis però è stato bravo a tenere duro ed incassare tutta la clausola. Gli scatti del Pocho saranno difficili da rimpiazzare soprattutto quando è necessario cambiare una partita. Detto questo, il Napoli va avanti ma l’attacco credo che non sia una priorità nel mercato estivo. L’idea della società è quella di ritoccare l’organico prima in difesa e poi a centrocampo. Armero? Sembra vicinissimo al Napoli ma tante volte i giocatori sembravano vicini alla piazza partenopea e poi non sono arrivati. Quest’anno ha fatto bene, è un buon giocatore. Behrami potrebbe inserirsi benissimo nello scacchiere di Mazzarri perché può ricoprire più ruoli mentre Gamberini, restando in casa Viola, è un giocatore importante e ho promesso al suo procuratore che ne avrei parlato bene! Prima della partenza del Napoli per Dimaro non credo che la società farà degli acquisti. Per situazioni importanti come quelle relative alla società partenopea ci vorrà un po’ più tempo”.
 

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©