Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Baiano:Risultato a Milano apre scenari inaspettati


Baiano:Risultato a Milano apre scenari inaspettati
27/02/2011, 10:02

Ciccio Baiano, ex attaccante di Napoli, Foggia e Fiorentina ed ora allenatore in seconda del Varese, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di “Amore… Azzurro”, programma sportivo in onda ogni mercoledì e sabato su Radio Amore. Ecco alcuni passaggi dell’intervista:

“Villareal-Napoli? Condivido le scelte di Mazzarri, perché chi è andato in campo ha fatto una grande partita ed il Napoli non meritava di essere eliminato. La squadra ha fatto bene, peccato che gli azzurri non siano riusciti a concretizzare alcune occasioni, perché alla fine nel calcio gli errori si pagano. Gli spagnoli sono stati solo più concreti.

Milan-Napoli? E’ una partita importantissima, perché se il Napoli riuscisse ad ottenere un risultato positivo, per gli azzurri si aprirebbero scenari inaspettati all’inizio della stagione. Tuttavia, comunque vada a Milano, non sarà una partita determinate per il prosieguo della stagione, dato che mancano ancora molte partite, prima della fine del campionato.

Se ci sono delle analogie tra il nostro tridente del Foggia di Zeman e quello attuale del Napoli di Mazzarri? Il tridente azzurro è più forte, perché costituito da calciatori già affermati. Noi, invece, eravamo solo dei ragazzi che avevano una grande voglia di mettersi in mostra. Tuttavia, delle analogie credo ci siano, perché anche noi eravamo molto abili nelle ripartenze come lo è il trio delle meraviglie azzurre.

Ranieri ha un rapporto conflittuale con i suoi calciatori?  Personalmente, con lui a Firenze ho avuto un rapporto eccezionale. In un rapporto durato quattro anni, come il nostro, ci possono essere momenti belli e brutti. Tutto sommato, però, ho un grande ricordo del mister e lo stimo ancora molto. Certo, quando mancano i risultati e si lasciano fuori giocatori importanti, qualche problema può sorgere. Tuttavia, non credo che il problema della Roma fosse Claudio Ranieri.

Quali sorprese può riservare il campionato di Serie B? Sulla carta, ci sono tre squadre che sono superiori alle altre. Atalanta e Siena sono due corazzate costruite per ritornare subito in A. Il Novara, invece pur essendo una neopromossa, ha giocatori di categoria superiore. Mancano ancora molte partite e ci sono alcune squadre, come Livorno e Torino, che possono ancora inserirsi nella lotta per la promozione.

Un giocatore del campionato cadetto che consiglierei al Napoli? González, nel Novara sta facendo grandissime cose, ma è già stato acquistato dal Palermo. Io al Napoli consiglierei il nostro terzino destro, Pisano. E’ un ragazzo, classe 1987, di grande prospettiva che sta disputando un grande campionato.

Insigne e Sau? Sono due ragazzi che hanno prospettive importanti. In Insigne rivedo alcune mie caratteristiche. Oltretutto, questo ragazzo aveva già fatto intravedere tutto il suo potenziale nella primavera del Napoli”.
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©