Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LA BRAVATA

Balotelli e le freccette...ecco la maxi-multa


Balotelli e le freccette...ecco la maxi-multa
31/03/2011, 12:03

LONDRA (Gran Bretagna), 31 marzo 2011 - A Mario Balotelli la bravata delle freccette costerà altre 100mila sterline di multa e un richiamo ufficiale da parte del Manchester City perché cambi radicalmente il proprio atteggiamento e in tempi brevissimi. Non contento delle due settimane di paga che già gli sono state tolte dopo l’espulsione rimediata contro la Dinamo Kiev in Europa League per il fallaccio in stile kung-fu a Popov, l’attaccante dovrà quindi rimettere mano al portafoglio per risarcire il club. Non solo. A detta del Sun, Balotelli sarà presto chiamato a colloquio da Roberto Mancini e da un dirigente del City per avere chiarimenti sul suo incredibile comportamento di questi ultimi tempi.
Pessimo Affare — All’inizio della sua avventura Oltremanica, infatti, molti erano stati disposti a chiudere un occhio sugli sconcertanti episodi che lo avevano visto protagonista in negativo, a partire da quando aveva sfasciato l’Audi R8 a causa della sua scarsa dimestichezza con la guida inglese, confidando nel fatto che fosse solo un problema legato alla giovane età di Mario e alla sua difficoltà di adattarsi alla nuova vita lontano dall’Italia. Ma la sua “recente performance” a colpi di freccette, sebbene non ci siano stati feriti, ha particolarmente irritato gli alti vertici del City, che stanno cominciando a pensare ogni giorno di più di aver fatto davvero un pessimo e costosissimo affare ad acquistare il giocatore dall’Inter l’estate scorsa, visto che per averlo hanno dovuto scucire 24 milioni di sterline e in cambio hanno ottenuto sì dieci gol, ma anche e soprattutto guai (dai litigi in allenamento alle bravate pubbliche), infortuni, cartellini gialli e due rossi. E a pentirsi del trasferimento, chiosa il tabloid, è anche lo stesso giocatore. O perlomeno il suo conto in banca, visto che questo mese è stato alleggerito di ben 300mila sterline a causa delle sanzioni disciplinari prese.
FONTE: Gazzetta dello Sport

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©