Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LO SCRIVE LA GAZZETTA

Balotelli si scusa, ma i compagni non lo vogliono


Balotelli si scusa, ma i compagni non lo vogliono
18/04/2012, 18:04

Mario Balotelli giura alla Gazzetta dello Sport di aver capito gli errori fatti e di aver chiesto scusa a Roberto Mancini per tutti i guai che gli ha combinato nel suo primo anno e mezzo al Manchester City, rivelando che il suo nuovo modello è Carlos Tevez ("ho imparato da lui a dare sempre il massimo") e chiedendo poi alla stampa italiana che lo lasci in pace fuori dal campo ("non lo chiedo a quella inglese perché è troppo stupida per capire", sempre parole sue, questa volta a Sky), salvo ritrovarsi poche ore dopo l'appello di nuovo sui giornali per l'ammissione a mezzo Ansa della fidanzata Raffaella Fico che si sposeranno a breve (niente data per scaramanzia).

LO SPOGLIATOIO VUOLE CACCIARLO — Insomma, tutto come al solito sotto il cielo di SuperMario almeno fino a questa mattina, quando ha appreso dal Daily Star che i suoi compagni di squadra vogliono farlo fuori dal derby con lo United del 30 aprile (quando tornerà a disposizione dopo la squalifica di tre turni rimediata contro l'Arsenal), nel timore che possa combinarne un'altra delle sue e compromettere così definitivamente non solo la partita ma anche la corsa al titolo. A supporto della presa di posizione dello spogliatoio contro Balotelli ci sono i numeri, che dicono due-vittorie-su-due del City senza il talentuoso centravanti italiano, e poco importa se gli avversari incontrati sono stati West Bromwich e Norwich, ovvero squadre di metà classifica. "Balotelli non è mai stato un uomo squadra – ha detto la solita fonte anonima al tabloid – e i suoi compagni sono veramente preoccupati in vista del derby con lo United, non tanto per il pericolo rappresentato dagli avversari quanto, piuttosto, per i danni che potrebbe fare Mario se ripetesse le buffonate fatte contro i Gunners. Ecco perché tutti sono più a loro agio se lui non c'è".

IL MILAN SEMPRE IN POLE — E malgrado Balotelli continui a ripetere di voler restare al City e lo stesso faccia il suo procuratore, Mino Raiola, per il giornale i giochi estivi sarebbero già fatti. Complice il malcontento di buona parte della squadra, che vuole la cessione del giocatore a fine stagione, il Milan sarebbe pronto a offrire una scappatoia a SuperMario, anche se per la metà dei 24 milioni di sterline spesi dal City per prenderlo dall'Inter nel giugno del 2010.

FONTE: GAZZETTA.IT
 

Commenta Stampa
di Luigi Russo Spena
Riproduzione riservata ©