Sport / Vari

Commenta Stampa

BASKET FEMMINILE: POZZUOLI SUPERATA IN CASA DAL FAENZA


BASKET FEMMINILE: POZZUOLI SUPERATA IN CASA DAL FAENZA
03/11/2008, 08:11

 

GMA PHONICA POZZUOLI: Paparo, Aili 13, Dixon 13, Benko 4, Favento 2, Andjelic 19, Minervino, Grasso 4, Aties 5, Danzi 2.
Coach Palumbo. 
 
CLUB ATLETICO FAENZA: Moises Pinto 20, Modica 7, Erkic ne, Ramon 5, Mendes 3, Cantucci 4, Byelica 14, Zampilla 9, Alexander 12, Stakneviciene 10.
Coach Rossi.  
 
Arbitri: Alessandro Buttinelli e Stefano Gadda di Roma.
Parziali: 18 – 26, 34 – 48, 49 – 67.
 
Prima sconfitta interna stagionale per la Gma Phonica Pozzuoli superata 62–84 dal Club Atletico Faenza
Polveri bagnate in avvio per le padrone di casa che subiscono il parzialino delle viaggianti (0–5) prima di sbloccarsi. Dixon inizia a martellare la retina avversa consentendo alle partenopee di tenere sempre a minima distanza le avversarie (8–10 al 4°). Queste ultime allungano prima del time out di coach Palumbo (8–14) che prova a roridinare le idee alle sue ragazze che, però, al rientro restano lontano dalle contendenti (10–19 al 7°). Le romagnole costringono le campane a ragionare molto le azioni offensive con conseguente limitazioni delle percentuali. Due punti di Aili ed una tripla di Aties riportano le flegree a –5 (17–22) prima che dalla lunetta si determini il 18–26 del 10°.  
In avvio del secondo quarto, le padrone di casa provano a serrare le maglie difensive, ma le ravennate trovano sempre il varco giusto per allungare ancora (21–34 al 14°), quando Palumbo ricorre ad una nuova sospensione anche per riorganizzare l’attacco poco prolifico. Le partenopee trovano le misure difensive sul quintetto ospite e con realizzazioni dalla lunetta e dal campo risalgono sino al -6 del 16° (30–36). Due triple in pochi secondi delle ravennate le riportano a -12 (30–42 al 17°). Si continua a giocare e nei giri di lancette finali le campane limitano le perdite (34–50).
Avvio di terzo periodo problematico per le flegree che subiscono un nuovo break delle romagnole che si portano sul +23 al 22° (34–57). Poi le campane serrano le maglie difensive stoppando sempre l’attacco ospite. Andjelic dà la scossa in attacco seguita poi dalle compagne per un rincuorante 9–0 (43–57 al 24°). Faenza comincia a trovare qualche varco per muovere il proprio punteggio limitando le perdite prima dell’allungo degli ultimi minuti (49–69 al 30°). Romagnole sempre molto attente in difesa, concedono poco alle partenopee che con fatica trovano i canestri per tenere invariato il passivo al 35° (56–76). La partita è, purtroppo, segnata in maniera irreparabile. L’attenzione e l’applicazione delle romagnole è ancora alta e non c’è nulla da fare per le padrone di casa.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©