Sport / Basket

Commenta Stampa

Basket in carrozzina: Corpora Ciss promossa in A2


Basket in carrozzina: Corpora Ciss promossa in A2
14/05/2012, 15:05

BATTIPAGLIA-CISS 53-48

(17-20; 11-14; 11-9; 14-5)

Techmania Battipaglia: Siano, Ripa, Quaranta, Spinelli 8, Ciaglia 14, Voytovych 4, Navarra 2, Belfiore 1, Malangone, Scarpetta, Salvatore 9, Mazzone 15. All. Belfiore

Corpora Ciss: Sarno, Russo 2, Boonacker 19, Iannitti, N’Goran 23, La Rosa, Di Nola, Menditto 4, Guarino, Conte. All. Romano

Arbitri: Bocchi e Usai.

BATTIPAGLIA - La Campania, dominatrice del girone sud del campionato di serie B di basket in carrozzina con due squadre al vertice, aveva già il posto in A2. Bisognava soltanto mettere il nome della formazione neopromossa, ma per farlo bisognava attendere l’esito del derby, in programma al Palazauli proprio nell’ultima giornata del girone di ritorno della regular season (quest’anno non c’erano i playoff). La Techmania Battipaglia padrona di casa, staccata di due lunghezze in classifica, per farcela avrebbero dovuto vincere con 10 punti di scarto (la partita d’andata aveva visto il successo del Corpora Ciss con un +9), ma al termine di un’autentica battaglia è stata la formazione di Eufemia Romano a spuntarla.

Tornano, dunque, in serie A i biancazzurri del presidente Guarino, il cui primo pensiero è per i propri giocatori: “Sono stati semplicemente straordinari, hanno conquistato la promozione contro una squadra più forte della nostra, che per l’occasione aveva schierato – volendo usare un termine pallanuotistico – l’uomo in più: Ernesto Mazzone, per giunta un ex, chiamato dal club salernitano proprio per disputare questa gara, la più importante del campionato”.

Una gara caratterizzata anche da ripetuti colpi di scena: “Nell prima parte dell’incontro la nostra squadra ha giocato in maniera splendida, arrivando anche a +12, ma ha dovuto fare i conti – spiega Guarino – anche con episodi del tutto particolari. Per ben tre volte è andata via la luce, è rimasto acceso soltanto il tabellone, e la partita ovviamente è stata interrotta”.

I black out hanno fatto perdere concentrazione alla Corpora Ciss, Battipaglia si è riorganizzata e – trascinata proprio da Mazzone – ha recuperato tutto il passivo passando a condurre nella seconda parte della gara. “E qui i miei ragazzi – sottolinea coach Romano – hanno compiuto il capolavoro: non si sono demoralizzati, hanno stretto i denti fino al termine e sono riusciti a limitare il passivo finale conquistando meritatamente la promozione. E’ mio dovere, ma è anche un grande piacere, ringraziare gli sponsor Corpora, Carpisa, Yamamay e Miriade che ci hanno sostenuto in questo splendido campionato, nel quale soltanto una volta siamo usciti sconfitti, qui a Battipaglia. Ma è stata la sconfitta più bella della mia carriera”.

Anche perché il finale di gara è stato davvero palpitante. Nell’ultimo giro di lancetta Battipaglia a +7 (53-46), l’allenatore-giocatore dei salernitani Belfiore prova la tripla che potrebbe dare la promozione ai suoi, ma il pallone non entra. Sul capovolgimento di fronte Boonacker conquista due tiri liberi e non li sbaglia: la Corpora Ciss è in A2.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©