Sport / Vari

Commenta Stampa

Beach Golf 2010 Fresco Cup


Beach Golf 2010 Fresco Cup
11/07/2010, 18:07

È stata la coppia composta da Fabrizio Lo Russo e Giuliano Sica, che gareggiava sotto il marchio di I’M Magazine, ad aggiudicarsi oggi al Nabilah di Bacoli la “Fresco Cup”, la tappa napoletana del Beach Golf Tour giunta quest’anno alla decima edizione. Una tappa segnata dal successo di partecipazione: oltre ai golfisti e ai semplici appassionati, che hanno composto venti squadre da due elementi ciascuna, tanti sono stati i bagnanti che si sono fatti trascinare dall’atmosfera frizzate del tour da spiaggia, prima ammirando i professionisti divertirsi lungo il percorso composto da nove buche, che le compagini in gara hanno dovuto percorrere in andata e ritorno, e poi decidendo di cimentarsi in una serie di tiri, sotto lo sguardo attento di istruttori specializzati e delle caddie girls, le 120 ragazze che hanno accompagnato gli sportivi della “Fresco Cup” lungo l’intero percorso disegnato nel complesso turistico Nabilah di Bacoli.
Alle spalle della coppia vincitrice si sono piazzati Antonio Lepore, Ivan D’Angelo e l’infortunato Luigi Borrelli (team Dooa giunto secondo) e Giovanna Aveta e Marco Leone (della squadra Di Gennaro, arrivata terza). Grande equilibrio tra le venti compagini in gara, tanto che le sfida si è risolta sul filo di lana, grazie anche ai tre special game disseminati lungo il tracciato: lo special game Di Gennaro se lo sono aggiudicati i componenti della squadra che gareggiava sotto il nome di Di Gennaro, mentre lo special game Schettino è stato appannaggio del team I’M Magazine. Mattia De Rosa e Antonio Di Gennaro (Hamki-Ho team) hanno invece conquistato lo special game Bar Cimmino.
Successo insomma per l’iniziativa promossa dal Beach Golf Campania A.S. insieme alla società MB3 Solution, grazie alla fattiva opera di Valerio Tremiterra, Luigi Balsamo e Francesco Sangiovanni. Il percorso si è snodato lungo l’intero complesso turistico Nabilah: le mazze da golf erano quelle tradizionalmente usate sui green di tutto il mondo, a cambiare era invece la pallina, decisamente più leggera rispetto alla tradizionale in quanto di poliuretano espanso del peso di soli 35 grammi.
Tra i presenti successo anche per l’iniziativa legata alla raccolta differenziata e promossa dagli organizzatori di concerto con la ditta Di Gennaro: lungo tutto il Nabilah sono stati sistemati una serie di contenitori per differenziare i rifiuti, con la gente che ha risposto positivamente all’iniziativa, promossa anche con la distribuzione di materiale informativo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©