Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Il tecnico

Benitez: "Abbiamo dato un segnale"

Lo spagnolo elogia Mertens: "Ha grande qualità"

Rafa Benitez commenta la prova del Napoli
Rafa Benitez commenta la prova del Napoli
06/10/2013, 17:54

NAPOLI - Dopo un 4-0 analizzare la partita è fin troppo facile. Rafa Benitez si gode il 4-0 al Livorno e cerca di tener testa ad una Roma che con la vittoria di ieri è arrivata a sette vittorie consecutive. Il tecnico, però, non  nasconde le insidie che il match celava prima del 1': «Era una partita difficile, dovevamo dimostrare il carattere dopo la sconfitta con l'Arsenal ed è andata bene». Insomma, c'era bisogno di dare un segnale forte all'ambiente e al campionato. Concetto rimarcato anche nella dichiarazione suvvessciva: «Per noi era importante vincere e sono contento che gli attaccanti stanno facendo gol». Sulla formazione: «Perchè Cannavaro è rimasto in panchina? Io penso a chi può giocare partita per partita. Tutti lavorano benissimo ed oggi la coppia è stata Britos e Fernandez: nella prossima gara potrà toccare ad altri». Porte chiuse a nessuno, dunque. Anzi, l'allenatore spagnolo stupisce quando afferma: «Servono rinforzi in questo reparto? No, soprattutto lavoro, solo così si migliora». Lodato Mertens, Benitez parla anche di Pandev, che ha sostituito Higuain ancora una volta. Stavolta il macedone non ha fatto rimpiangere l'argentino: «Gioca meglio al centro ma questa squadra ha tanti attaccanti e in quella zona non è facile trovare posto. Se dovrà giocare esterno, lo farà». Le ultime dichiarazioni sono sul prossimo incontro, dopo la sosta, con la Roma, per il quale non si è giunti ancora ad un accordo sull'orario: «Si può giocare più tardi, io ho giocato una partita alle 22, finita dopo le 24... Le due squadre stanno facendo bene e cambiare l'orario, soprattutto per noi che giochiamo due gare alla settimana, è sempre un problema».



Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©