Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Il tecnico analizza l'eliminazione dalla Champions League

Benitez: "Dobbiamo ripartire da qui"

Lo spagnolo: "Da questa gara usciamo più forti mentalmente"

Benitez: 'Dobbiamo ripartire da qui'
12/12/2013, 09:06

NAPOLI. A fine partita il rammarico è enorme. Il sogno del Napoli si è spezzato infrangendosi sulle leggi della classifica avulsa, ma la squadra di Benitez esce a testa altissima. Lo stesso allenatore sottolinea come la squadra non debba "avere rimpianti ma guardare alle cose importanti fatte in questa Champions League da cui usciamo più forti mentalmente". Battere la capoclassifica della Premier non è cosa da poco, ma il 2-0 consola fino a un certo punto lo spagnolo: "Se è la vittoria più amara della mia carriera? Sono un po' triste ma allo stesso tempo molto orgoglioso della squadra", ha detto Benitez, spiegando che "ho detto lo stesso anche ai giocatori negli spogliatoi, devono essere orgogliosi per quello che hanno fatto non potevamo far più di dodici punti". "Oggi la motivazione era al 110% - ha proseguito Benitez - e questo aiuta sempre a fare il massimo sforzo anche quando uno è un po' stanco. Ma sicuramente da questa partita usciamo più forti a livello mentale, abbiamo dimostrato qualità, carattere, voglia. Oggi è stato importante anche il rapporto con tifosi in un'atmosfera perfetta''. E a chi gli chiedeva se gli piacerebbe giocare la finale di Europa Legaue a Torino contro la Juventus. Benitez ha risposto diplomaticamente: "Mi piacerebbe giocare la finale, ma è indifferento contro chi".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©