Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Zuniga, pressing bianconero

Benitez non punta sugli esterni, rimane solo Armero?


.

Benitez non punta sugli esterni, rimane solo Armero?
13/06/2013, 12:19

Il Napoli di Mazzarri correva veloce sulle fasce. Nel 3-5-2 del tecnico livornese il ruolo chiave era quello dei due esterni di centrocampo (che in fase di non possesso diventavano esterni di difesa), esterni che non dovevano, come compito principale, arrivare sul fondo e crossare (in attacco non c’era un centroboa vecchia maniera), bensì tagliare verso il centro portando via l’uomo per facilitare l’inserimento di Hamsik o per alleggerire la marcatura sulle punte.

Il Napoli di Benitez (immaginiamo) correrà sulla trequarti. Il 4-2-3-1 dell’allenatore spagnolo è un modulo più offensivo e il ruolo chiave è dei tre fantasisti, mezze punte, ali che giocano a supporto del centravanti. Gli unici esterni che servono sono quelli difensivi.

Detto questo, che fine faranno gli esterni del modulo di Mazzarri? Zuniga, capace di giocare indifferentemente su entrambe le fasce, è corteggiatissimo dalla Juventus. A favore del colombiano gioca il fatto di poter giocare anche come esterno alto, ma probabilmente Benitez vorrà un altro tipo di fiocatore per quel ruolo. Maggio, fedelissimo di Mazzarri, ha vissuto una stagione non esaltante. In nazionale, dove Prandelli usa la difesa a quattro, gioca basso a destra con alterne fortune: non è detto che il neo allenatore azzurro decida di puntare su di lui. L’unico esterno su cui sembra intenzionato a scommettere Rafa Benitez è il colombiano Pablo Armero, protagonista di un ottimo finale di stagione con gli azzurri e di buone prestazioni con la sua nazionale nelle partite di qualificazione al mondiale brasiliano.

Commenta Stampa
di Elisa Manacorda
Riproduzione riservata ©