Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Tre riconoscimenti dal Coni Napoli

Benitez premiato con la "Cittadinanza sportiva onoraria"

Oggi durante la cerimonia di fine anno al Maschio Angioino

Benitez premiato con la 'Cittadinanza sportiva onoraria'
19/12/2013, 20:43

NAPOLI. Rafa Benitez mattatore nella cerimonia di fine anno del Coni Napoli. Il tecnico del Napoli ed il giovane canottieri Vincenzo Abbagnale sono stati insigniti di svariati premi oggi nella Sala dei Baroni del Maschio Angioino. Tre premi per Rafa Benitez: "Cittadinanza sportiva onoraria", il "Vesuvio d'oro" e il simbolo del Coni. L'allenatore spagnolo ha spiegato ringraziando: "Grazie per questo premio. Mi piace questa città, ma questi premi arrivano troppo presto. Mi aspettavo qualcosa dal mercato questa sera. A parte gli scherzi, è una riconoscenza importante. Dal 2014 mi aspetto di arrivare in fondo nel migliore dei modi. Dobbiamo lavorare senza pausa", l'ha detto Benitez durante la premiazione del Coni.

A premiare Benitez ci hanno pensato Sergio Roncelli, delegato del Coni di Napoli, e il sindaco De Magistris che ha rivelato: "Benitez è un ottimo ambasciatore della città di Napoli nel mondo, mi sembra che si sia calato nella città, ne sia rimasto colpito e non perde occasione per evidenziarlo. Vive qui lo consideriamo uno di noi e contribuisce molto bene al rilancio di Napoli nel mondo''. 

Premiato come atleta dell'anno Vincenzo Abbagnale, fresco vincitore dell'oro mondiale nel 2 con in Corea del Sud, curiosamente nello stesso paese e nella stessa specialità in cui il padre Giuseppe e suo zio Carmine vinsero l'oro olimpico nel 1988. Un "Premio speciale" e' al gruppo sportivo Fiamme Oro Napoli, per i risultati conseguiti nel nuoto di fondo con i nuotatori di fondo Martina Grimaldi e Simone Ercoli. Infine, premio "Amici dello Sport 2013" al dirigente dell'Ufficio scolastico provinciale di Napoli Luisa Franzese. Nel corso della cerimonia sono state consegnate a 39 esponenti della societa' civile e sportiva napoletana le Stelle al merito sportivo del Coni.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©