Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LO SCRIVE LA GAZZETTA

"Benvenuto al Nord, poi al Sud: il film di Inler"


'Benvenuto al Nord, poi al Sud: il film di Inler'
26/10/2011, 12:10

Sarà la prima volta di Gokhan Inler contro l’Udinese e come tutte le prime volte la curiosità è tanta. Certo, al diretto interessato il cuore batterà molto più forte nella gara di ritorno. Inler a Udine si era conquistato le simpatie di tutti e non solo perché aveva imparato il friulano, ma per la professionalità, il senso di appartenenza. È scivolato solo alla fine, gestendo male il momento della sua cessione soprattutto con persone estranee al mondo del calcio. Club Erano passati solo pochi mesi dal suo arrivo che Inler si è visto intitolare l’Udinese club di Martignacco, paese alle porte di Udine, uno con il maggior numero di iscritti. L’inaugurazione, avvenuta durante le vacanze di Natale, è stata quasi «esagerata». Ogni anno alla cena sociale si sono presentate almeno 300 persone, cifre inusuali a queste latitudini.
Qualcosa si è rotto, però, durante l’estate al momento della cessione. Gokhan si è sempre fatto negare al telefono e la prossima settimana il consiglio direttivo del club si riunirà per decidere semantenere il nome oppure cambiarlo. «Qui non sono in discussione le scelte professionali, ma i comportamenti» - spiega Tobia De Franceschi, il fondatore del club. Retroscena Lo scorso aprile l’Udinese vinse al San Paolo grazie anche a un gol di Inler che non esultò. Inevitabile immaginare che lo svizzero fosse già un giocatore del Napoli. Ma la storia è un’altra. Gokhan allora sapeva di essere nel mirino dei partenopei, ma il club di De Laurentiis non era l’unico a cercarlo. Lo volevano anche il Bayer Leverkusen e la Juventus e proprio quella bianconera era la sua prima scelta. Finito il campionato, Inler ha chiesto spesso consiglio a quelli che oggi sono i suoi ex compagni. Praticamente tutti gli avevano consigliato la Juve, che poi era la soluzione preferita anche dal giocatore, il quale, non a caso, ha aspettato fino all’ultimo che Marotta alzasse l’offerta all’Udinese. Idolo Certo, il Napoli non è un ripiego, ma non era la prima scelta di Inler che comunque oggi è felicissimo della decisione presa. Mazzarri lo voleva a tutti i costi, molto più di Conte, e ha trovato una squadra altamente competitiva che gli ha offerto anche l’opportunità di giocare in Champions League. I tifosi del Napoli lo considerano un idolo e sognano che Gokhan riservi all’Udinese lo stesso trattamento che qualche mese fa riservò al Napoli. E se poi non esulterà, poco importa.
FONTE: GAZZETTA DELLO SPORT

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©