Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Bigon aspetta indicazioni per il mercato


Bigon aspetta indicazioni per il mercato
11/05/2011, 13:05

Se domenica il Napoli pareggia con l’Inter, la Champions League diretta sarà ufficialmente conquistata. A quel punto si potrà dare il via alla campagna per rinforzare la squadra in vista di una stagione che si preannuncia molto entusiasmante. Bigon, però, non potrà muoversi tanto poiché dovrà aspettare un cenno da De Laurentiis.

Il presidente lo potrebbe anche dare ma vuole capire che cosa farà Mazzarri in futuro. Se resta, allora si prendono calciatori consoni al suo modulo, se dovesse andare via gli scenari cambierebbero. Il nuovo allenatore sicuramente vorrebbe dire la sua sui rinforzi a seconda del suo credo calcistico.

Il ds, però, deve risolvere alcune situazioni che sono in bilico. Come quella di Yebda per esempio. Il francoalgerino ha convinto molto e il Napoli ha tutte le intenzioni di riscattarlo. Pronti due milioni e duecento da consegnare nelle mani dei dirigenti del Benfica. Il possente centrocampista potrebbe essere una valida alternativa a chi sarà acquistato come titolare. Non va dimenticato, poi, che Pazienza è ormai andato via. Si parla di Juventus ma il futuro sembra essere rossoblu. Preziosi lo aspetta a braccia aperte considerato che il Napoli non gli ha prolungato il contratto.

Si deve valutare anche il caso Gargano. El Mota avrebbe chiesto di essere ceduto ma pare che abbia cambiato idea da quando è diventato di nuovo titolare. Cambiare aria, invece, Blasi che quest’anno è stato solo uno spettatore non pagante. Sul fronte acquisti vero e proprio c’è da inserire nella rosa l’argentino Fernandez e Matavz. Entrambi arriveranno a giugno con tanto entusiasmo ma vista l’età non certo faranno la differenza.

De Laurentiis sa bene di dover comprare anche qualche pezzo pregiato per fare il salto di qualità. Fa benissimo a guardare al fair play finanziario ma senza campioni non si cantano messe. Per l’attacco continua a proporsi a parametro zero David Trezeguet. Il francese potrebbe essere una valida alternativa a Cavani. Considerato, poi, che Lucarelli andrà via, andrebbe a colmare un vuoto che si creerebbe in panchina. I tifosi, però, sognano il grande colpo. Un bomber come Gilardino, per esempio, potrebbe essere il massimo.

Si aspetta ancora di sapere se Inler vestirà la maglia azzurra o meno. Pozzo continua a dire che con la qualificazione in Champions non partiranno tutti i gioielli. L’Udinese, però, potrebbe non superare la fase a gironi e quindi il regista svizzero dovrebbe accontentarsi dell’Europa League. Pare che De Laurentiis abbia deciso di sborsare tredici milioni di euro per assicurarselo ma non c’è nulla di concreto. Certo è che quella non esultanza di Inler al San Paolo dopo il bel gol realizzato fa ancora molto discutere.

Un altro rinforzo forte è Borja Valero. Il jolly del Villarreal ha lasciato tutti a bocca aperta quando è venuto a giocare al San Paolo. Il suo manager ha ammesso che sarebbe ben lieto di intavolare una trattativa ma il club spagnolo non ha alcuna intenzione di cederlo. «Noi compriamo, non vendiamo», continuano a dire. Il Roma.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©