Sport / Motogp

Commenta Stampa

BMW Motorrad Italia Superbike Team


BMW Motorrad Italia Superbike Team
18/05/2011, 14:05

Poteva essere ragionevolmente ancora più positivo il risultato raccolto dal BMW Motorrad Italia Superbike team sul circuito di Monza nella quarta prova del Campionato Mondiale.Ayrton Badovini - unico pilota sceso in pista dopo la forzata rinuncia di James Toseland - ha colto un positivo sesto posto che poteva essere completato da un risultato altrettanto buono in gara 1

Un'uscita di pista nel corso del secondo giro, appunto, in gara 1 ha impedito ad Ayrton di fare meglio dell'undicesimo posto anche se i tempi realizzati successivamente sono stati al livello dei migliori. In gara 2 la caduta di alcuni piloti alla prima variante lo ha rallentato ma non si è perso d'animo, riuscendo alla fine a raccogliere un ottimo sesto posto che diventa il suo miglior risultato stagionale.

Ayrton ha dichiarato: "Forse rischio di essere antipatico non sono contento, o meglio non completamente contento. In gara 1 il dritto al primo giro mi ha penalizzato molto, ed e stato difficile mantenere la concentrazione per finire la gara. In gara 2, invece, la caduta di altri piloti alla prima variante mi ha fatto perdere diverse posizioni e il contatto con il gruppo di testa. Ho rimontato fino alla sesta posizione ma con i tempi fatti durante la gara, avrei potuto lottare senza problemi per essere qualche posizione più avanti. Prendiamo questo risultato e questo weekend come punto di riferimento per migliorarci ed essere ancora più competitivi nei tracciati maggiormente guidati".

Nella Superstock dopo l'uscita di scena nella prima frazione di Sylvain Barrier per la rottura del motore, è arrivata la soddisfazione - la seconda in due domeniche successive - per la vittoria di Lorenzo Zanetti che ha battuto in volata (solo 65/1000) Davide Giugliano (Ducati). Grazie a questa vittoria Zanetti è ora al terzo posto nella FIM Cup a soli tredici punti dal leader.

Lorenzo ha dichiarato: "Sono soddisfatto della gara. E' la mia prima vittoria mondiale, è un sogno che si avvera. Essendo, poi, davanti al pubblico di casa vale ancora di più. Nelle qualifiche ho mancato la pole per un mio errore ma in gara, grazie anche al lavoro del team, è andato tutto nel migliore dei modi: giro veloce e vittoria. Il campionato e' riaperto, e sarà un campionato duro, verranno piste più difficili, ma la vittoria mi ha sbloccato e stiamo lavorando bene per il prosieguo. Mi dispiace per la rottura di Sylvain, avremmo potuto aiutarci e guadagnare ulteriori punti".

Serafino Foti, direttore sportivo del BMW Motorrad Italia Superbike Team ha detto: "Un week end complessivamente positivo. Ayrton ha effettuato una buona prestazione nella prima gara ma è stato condizionato dall'uscita alla variante Ascari. Nella seconda, invece, e' stato ostacolato dalla caduta di Haslam, Rea e Smrz alla prima variante. Senza questi due inconvenienti avrebbe potuto fare ancora meglio. Comunque siamo soddisfatti in quanto dopo cinque mesi la nostra moto ha raggiunto un buon livello grazie al duro lavoro svolto dalla squadra. Adesso cercheremo di rimanere costantemente nella top ten. Nella Superstock, Lorenzo ha effettuato una gara intelligente mantenendo a concentrazione dopo l'interruzione della gara, meritandosi nella ripartenza la sua prima vittoria. Sono molto dispiaciuto per Sylvian in quanto, senza il problema tecnico, avrebbe lottato fino all'ultima curva per la vittoria ma queste sono le corse. Si rifarà sicuramente presto".

SUPERBIKE

Gara 1: 1° E. Laverty (Yamaha) 31'09"584 - 2° M. Biaggi (Aprilia) a 1.575 - 3° L. Haslam (BMW) a 3.078 - ...11° A. Badovini (BMW) a 20.031

Gara 2: 1° E. Laverty (Yamaha) 31'19"948 - 2° M. Melandri (Yamaha) a 0.327 - 3° M. Fabrizio (Suzuki) a 2.468...6° A. Badovini (BMW) a 10.865

Campionato: 1° C. Checa (Ducati) p. 145 - 2° M. Melandri (Yamaha) p. 118 - 3° M. Biaggi (Aprilia) p. 117 ...12° Badovini (BMW) p. 35...20° B. Veneman (BMW) p. 3...22° J. Toseland (BMW) p. 2.

SUPERSTOCK:Gara: 1° L. Zanetti (BMW) 8'56"130 - 2° D. Giugliano (Ducati) a 0.065 - 3° M. Magnoni (BMW) a 1.728

FIM Cup: 1° D. Giugliano (Ducati) p. 45 - 2° D. Petrucci (Ducati) p. 33 - 3° L. Zanetti (BMW) p. 32...6° S. Barrier (BMW) p. 16.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©