Sport / Motogp

Commenta Stampa

BMW Motorrad riorganizza l’attività sportiva in vista del Campionato Mondiale Superbike 2013


BMW Motorrad riorganizza l’attività sportiva in vista del Campionato Mondiale Superbike 2013
06/08/2012, 15:30

 BMW Motorrad parteciperà con un Factory Team nel FIM Superbike World Championship 2013. Contemporaneamente l’azienda sta effettuando una riorganizzazione strategica mettendo insieme le attività Superbike. 

BMW Motorrad Italia sarà responsabile del Factory Team e del Test Team oltre che dello sviluppo del telaio e della ciclistica. BMW Motorrad AG sarà responsabile per lo sviluppo del motore e della elettronica.

BMW Motorrad continuerà quindi ad operare in maniera perfettamente integrata nel Campionato Mondiale delle moto derivate dalla serie. I nomi del Team, del Management e dei piloti per il 2013 verranno annunciati in un secondo momento.

Stephan Schaller, Head of BMW Motorrad, ha dichiarato: “La nostra decisione rappresenta il chiaro impegno di BMW Motorrad nell’attività sportiva motoristica. Il Campionato Mondiale SBK continuerà ad essere per BMW Motorrad la perfetta piattaforma per dimostrare le proprie competenze come costruttore di motociclette sportive. La nuova struttura accentrata in un solo Team sarà consistente, agile ed efficiente, l’obiettivo è mirato e logico. Guardiamo avanti allo sviluppo delle due strutture di Monaco e Milano”.

Schaller ha aggiunto: “Voglio ringraziare Bernhard Gobmeier che ha riorganizzato, con successo, BMW Motorrad Motorsport ed ha conquistato le prime vittorie nel Mondiale SBK. Sono certo che lui ed il Team festeggeranno altre vittorie prima della fine del Campionato. Naturalmente la nostra decisione avrà anche effetto sulla partnership con Alpha Racing con cui abbiamo festeggiato i primi successi e abbiamo fatto crescere il Team. Nella seconda parte della stagione infatti continueremo a lavorare in maniera professionale con Alpha Racing dati gli ulteriori obiettivi che abbiamo davanti”.

Bernhard Gobmeier, BMW Motorrad Motorsport Director, ha dichiarato: “Questa è una decisione strategica di BMW Motorrad. Questo ulteriore passo avanti dimostra che BMW Motorrad continuerà a partecipare all’attività  sportiva con un approccio professionale. Durante questa stagione abbiamo conquistato le prime vittorie per BMW Motorrad nel Campionato Mondiale SBK e, sono certo, ne seguiranno altre. Noi tutti auguriamo ad Andrea Buzzoni ed al nuovo Team tutti i possibili successi.”

Andrea Buzzoni, Direttore di BMW Motorrad Italia, ha dichiarato: “Il successo nell’attività sportiva dipende dalla perfetta interazione di tanti fattori differenti – dal pilota, al Team alla tecnologia, ai pneumatici. Oggi però è fondamentale che anche l’intero business case sia sostenibile. BMW Motorrad ha dunque deciso di riorganizzare la sua attività nel Mondiale Superbike. Vogliamo esprimere il nostro ringraziamento per la fiducia riposta e daremo il massimo per poter svolgere al meglio la nostra nuova funzione. I successi di questa stagione dimostrano che il lavoro di sviluppo svolto ha dato i suoi frutti e che la BMW S 1000 RR è in grado di vincere nel Campionato Mondiale Superbike. Tutto ciò è stato realizzato da Bernhard Gobmeier e dal Team. Noi nel 2013 costruiremo su questa piattaforma”.


Il BMW Group

Il BMW Group, con i marchi BMW, MINI, Husqvarna Motorcycles e Rolls-Royce, è uno dei costruttori di automobili e motociclette di maggior successo nel mondo. Essendo un’azienda globale, il BMW Group dispone di 29 stabilimenti di produzione dislocati in 14 paesi e di una rete di vendita diffusa in più di 140 nazioni.

Il BMW Group ha raggiunto nel 2011 volumi di vendita di 1,67 milioni di automobili e oltre 113.000 motociclette nel mondo. I profitti lordi per il 2011 sono stati di 7,38 miliardi di Euro, il fatturato è stato di 68,82 miliardi di Euro. La forza lavoro del BMW Group al 31 dicembre 2011 era di circa 100.000 associati.

Il successo del BMW Group è fondato su una visione responsabile e di lungo periodo. Per questo motivo, l’azienda ha sempre adottato una filosofia fondata sulla eco-compatibilità e sulla sostenibilità all’interno dell’intera catena di valore, includendo la responsabilità sui prodotti e un chiaro impegno nell’utilizzo responsabile delle risorse. In virtù di questo impegno, negli ultimi sette anni, il BMW Group è stato riconosciuto come leader di settore nel Dow Jones Sustainability Index.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©