Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LA TATTICA

Bologna - Napoli, la partita alla lavagna


Bologna - Napoli, la partita alla lavagna
06/05/2012, 05:05

Un Bologna senza particolari ambizioni e senza Portanova, Perez e Ramirez squalificati, resta comunque un difficile avversario per il Napoli sulla strada alla champions league.
Moduli (quasi) speculari per le due formazioni: sia Pioli che Mazzarri infatti si affidano al doppio trequartista. Il tecnico dei rossoblù però potrebbe anche cambiare idea e decidere di schierare sin dal primo minuto due attaccanti con Acquafresca, al posto di Belfodil, vicino a Di Vaio, con Diamanti alle loro spalle. Un 3-4-1-2 quindi che in fase passiva si trasforma in un 5-3-2 con i ripiegamenti di Garics e Morleo sulle due corsie esterne. Assente Ramirez, il giocatore di maggior talento degli emiliani è Diamanti: con il suo sinistro ed i movimenti tra le linee, l'ex giocatore del Brescia potrebbe mettere in grandissima difficoltà l'inedita difesa azzurra, Cannavaro a destra, Britos a sinistra ed Aronica centrale. Attenzione anche al non concedere calci di punizione dal limite al piede caldo del fantasista bolognese, uno che difficilmente sbaglia. In fase di copertura quindi servirà grande aiuto da parte di Inler e Gargano e soprattutto da parte di Hamsik che con i suoi ripiegamenti garantirebbe la superiorità numerica al centrocampo azzurro.
Anche Mazzarri potrebbe decidere di cambiare qualcosa schierando Hamsik trequartista (cosa fatta anche con il Palermo) e Pandev più avanti vicino a Cavani.
Proprio il macedone, in grande forma in questo periodo, potrebbe essere decisivo con la sua abilità nel saltare l'uomo e creare superiorità numerica. Oltre all'ex giocatore della Lazio, saranno fondamentali, così come contro il Palermo, gli inserimenti dalle retrovie di Hamsik e la spinta sulla corsia di destra di Maggio. I due potrebbero trovare invitanti spazi contro i tre centrali bolognesi tecnicamente inferiori agli avanti azzurri. Lavezzi dalla panchina potrebbe essere un'arma in più in caso di difficoltà nel sbloccare la partita. La differenza a favore del Napoli, oltre alla voglia ed alla necessità di vincere a tutti i costi, la faranno sicuramente i tantissimi tifosi azzurri che saliranno al Dall'Ara per spingere la banda Mazzarri al terzo posto.

Commenta Stampa
di Marco Marino
Riproduzione riservata ©