Sport / Vari

Commenta Stampa

BOXE: Italia batte gli USA


BOXE: Italia batte gli USA
04/04/2010, 14:04

Buona anche la seconda!”. Dopo l’ottima performance di Chicago, che ha visto l’Italia in vantaggio con un netto 9 a 3, ieri sera, a Reno, in Nevada, il tricolore non si è fatto di certo scappare l’occasione di chiudere in bellezza il Dual Match USA vs Italia. Ben sette vittorie a favore degli italiani, superati dai colleghi americani sono nelle categorie dei 57, 69 e 75 Kg. “Di Luisa e Podda hanno nuovamente dimostrato di essere decisamente sottotono – commentano il Direttore Tecnico delle Nazionali di Pugilato Francesco Damiani ed il Responsabile della Squadra Raffaele Bergamasco –, perdendo anche in questo secondo confronto. La terza sconfitta, invece, è stata una sorpresa, per non dire una delusione, visto che Di Savino ha disputato un ottimo match contro l’ex campione mondiale Warren, dimostrando di essere in perfetta forma. Come gli altri azzurri che hanno brillantemente superato una prova non facile. Peccato per Parrinello che, a causa dell’influenza, non ha potuto combattere. Siamo molto soddisfatti.”. “Ora mi aspetta un lungo viaggio per la Cina – ci informa il Ct Damiani -, visto che domani partirò con Valentino, Podda e Russo direttamente da Reno. A Guiyang parteciperemo al China Open Boxing 2010. Un tour de force anche per Bergamasco che farà ritorno in Italia solo per qualche giorno, dato che l’8 aprile accompagnerà la Squadra Azzurra, formata da Picardi, Parrinello, Di Savino, Mangiacapre, Di Luisa, Fiori e Rossano in Finlandia, ad Helsinki, dove li aspetta il Gee Bee Tournament. Da ora in poi non avremo tregua. I Campionati Europei sono vicini, giugno è alle porte, e dobbiamo arrivare a Mosca preparati e motivati al massimo”.
Un successo dei guantoni tricolori a Reno, in ricordo del "Tribute to Giovanni Parisi", condiviso a bordo ring dal Team Leader della delegazione italiana Alberto Brasca, Vicepresidente Federale e Coordinatore Delegato del Settore Dilettanti della FPI, e dal fisioterapista azzurro Fabio Morbidini. Al centro del ring l’Italia si è distinta anche grazie all’arbitro Albino Foti.
Ad aprire la serata, come a Chicago, è stato l’incontro femminile tra l’azzurra del Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito Romina Marenda, di Vicenza, classe ’84, vicecampionessa italiana nella categoria dei 63 Kg., e l’americana Mikaela Mayer, finito con la vittoria dell’atleta di casa.
Il cambio di programma della formazione americana, poi, non ha scoraggiato gli azzurri che hanno iniziato a mettersi in mostra nei 51 Kg. con il caporalmaggiore Alex Ferramosca, classe ’83, campione italiano in carica, che ha battuto il forte americano Bryd Louie, classe ’90, di Denver, campione nazionale, battuto dall’azzurro Picardi in occasione del “Tribute to Giovanni Parisi” e tra i partecipanti agli ultimi mondiali di Milano 2009. A riportare a casa la vittoria, nel secondo match di categoria, è stato anche l’agente delle Fiamme Oro Vincenzo Picardi, classe ’83, di Casoria, bronzo olimpico a Pechino 2008, che, con disinvoltura, ha superato l’americano Santos Vasquez.
Unico rammarico del team azzurro, è stato l’incontro dei 57 Kg., che, a detta dei tecnici italiani, ha penalizzato l’ottima prova del caporalmaggiore Alessio Di Savino, classe ’84, romano, campione italiano e bronzo ai Campionati Mondiali Militari, che ha tenuto testa fino all’ultimo, nonostante il verdetto, all’esperto americano Rau’Shee Warren, classe ’87, di Cincinnati, campione mondiale a Chicago 2007, che ha partecipato alle Olimpiadi di Atene 2004 e di Pechino 2008.
Vincitore per abbandono dell’avversario alla terza ripresa, l’agente delle Fiamme Oro Domenico Valentino si è imposto nei 60 Kg. contro l’americano Adrian Martinez. L’esperienza del campione mondiale di Marcianise, classe ’84, ha avuto la meglio.
Nei 64 Kg. continua a convincere il giovane romano Davide Cenciarelli, classe ’91, della Boxe Academy, campione italiano in carica, che ha battuto, per RSCH al secondo round, l’americano Jamel Herring.
La trasferta si è rivelata invece sfortunata per i due azzurri campioni italiani in carica Diego Di Luisa, del Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito, e Luca Podda, della Cosmo Boxe di Tarquinia. Il primo, classe ’89, è stato superato nei 69 Kg. dall’americano Eduardo Alecea; il secondo, nei 75 Kg., dall’americano Hart Jesse.
Nella categoria degli 81 Kg. il campione italiano Simone Fiori, classe ’89, della Gym Boxe Setteville Nord di Roma, ha replicato il match di Voghera vincendo nuovamente contro l’americano Robert Brant, classe ’90, del Minnesota, che ai mondiali di Milano 2009 è stato sconfitto dal cubano Larduez, medaglia di bronzo all’evento iridato.
Braccio alzato anche per l’’argento olimpico di Pechino 2008 Clemente Russo, classe ’82 ed appartenente al Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro, che, nei 91 Kg., ha battuto l’americano Charles Javonta.
Partita chiusa con il campione mondiale e olimpionico di Cinisello Balsamo che ha portato a sette le vittorie del tricolore. Contro l’inarrestabile Roberto Cammarelle, classe '80, anche lui del Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro, non ha potuto fare nulla l’americano Lenroy Thompson.




RISULTATI CONFRONTO USA-ITALIA
Reno - NEVADA (USA) 02.04.’10

USA KG ITALIA
V.P. Mayer Mikaela 60
Marenda Romina
Bryd Louie 51 Ferramosca Alex V.P.
Vasquez Santos 51 Picardi Vincenzo V.P.
V.P. Warren Rau’Shee 57 Di Savino Alessio
Martinez Adrian 60 Valentino Domenico V.ABB.3
Herring Jamel 64 Cenciarelli Davide V.RSCH2
V.P. Eduardo Alecea 69 Diego Di Luisa
V.P. Hart Jesse 75 Podda Luca
Brant Robert 81 Fiori Simone V.P.
Charles Javonta 91 Russo Clemente V.P.
Thompson Lenroy +91 Cammarelle Roberto V.P.


Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©