Sport / Vari

Commenta Stampa

Boxe: Le campionesse italiane 2009 e le vincitrici Cadette


Boxe: Le campionesse italiane 2009 e le vincitrici Cadette
22/11/2009, 21:11

Si è conclusa l’ottava edizione dei Campionati Italiani Assoluti Femminili e del Trofeo Nazionale Femminile Cadette-Juniores 2009, organizzata dalla Federazione Pugilistica Italiana in collaborazione con il Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito. Anche quest’anno le migliori atlete d’Italia, ben 51 provenienti da 15 regioni, in rappresentanza di 8 categorie di peso, hanno dato il meglio sul ring del più importante appuntamento nazionale della boxe femminile.
Un motivo in più per partecipare e vincere è che questo evento rappresenta il primo momento di selezione per le atlete che, una volta indossata la maglia tricolore e quindi aver varcato la soglia della Nazionale Azzurra, potranno sognare di arrivare a Londra 2012.

A dare il via alle gare, di fronte ad un pubblico numeroso accorso da tutta Italia, sono stati i componenti della Commissione Ordinatrice Sergio Rosa, della Commissione Tecnica Nazionale della FPI, ed Elisabetta Sozzi, coordinati con la Commissione Arbitri-Giudici composta dai componenti del Settore Arbitri-Giudici della FPI Massimo Barrovecchio, Albino Foti ed Enrico Licini, affiancati dai due medici ufficiali della manifestazione Mariano Mazzone e Massimiliano Bianco.

Il primo gong delle Finali degli 8° Campionati Italiani Assoluti, annunciato dallo speaker Amedeo Raffi, è suonato per la categoria dei 46 Kg. che, arbitrato dalla sarda Cinzia Lai, ha visto in gara Valeria De Francesco, di Catania, classe ’87, più volte convocata in nazionale, appartenente all’ASD Pol. Accademia dello Sport, e l’altra azzurra Carmela Chiacchio, campana, classe dell’ASD Pugilistica “De Novellis”, bronzo ai campionati dell’Unione Europea di Liverpool nel 2008. La maglia azzurra è andata alla siciliana De Francesco in un match combattuto con la campionessa italiana uscente Chiacchio, che non è riuscita a contrastare l’allungo preciso e serrato dell’avversaria, che, con un buon gioco di gambe, si è guadagnata la vittoria con il punteggio di 16 a 13. A premiare le due atlete sul ring, nel cerimoniale coordinato dal Cap. Pino Minissale, è stato il Col. del Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito Dante Zampa.

Seconda maglia azzurra per la Sicilia nei 48 Kg., nell’incontro arbitrato dall’umbra Alessia Micarelli, grazie alla brillante prova di Valeria Calabrese, di Modica, classe ’82, dell’ASD Boxe e Fitness e atleta della Nazionale Azzurra, medaglia d’argento ai Campionati dell’Unione Europea del 2006, bronzo ai Campionati Europei del 2006 e nello stesso anno campionessa italiana, vicecampionessa nel 2008, che ha battuto di netto ai punti, per 36 a 6, lavorando nel corpo a corpo e pressandola di continuo, la lombarda Elisa Cumini, di Brescia, classe ‘84, appartenente all’ASD Accademia Pugilistica Monteclarense. A consegnare i premi è stato il Consigliere Federale e Coordinatore del Settore Tecnico Sanitario della FPI Mariano Mazzone.

Ad esultare nei 51 Kg., match arbitrato dalla pugliese Maria Rizzardo, è stata la veneta Tiziana Finocchio, di Verona, classe ’80, dell’Accademia Pugilistica Bovo, che si è giocata fino all’ultimo la maglia tricolore con l’azzurra del Centro Sportivo Esercito Simona Lucarno, di Tortona, classe ’87, campionessa italiana nel 2008 nei 52 Kg. e medaglia di bronzo agli ultimi Campionati dell’Unione Europea in Bulgaria. Quattro round combattuti, dopo primi minuti di studio, finiti in parità con il punteggio di 8 a 8. Per preferenza della giuria la medaglia è andata alla Finocchio. A premiare le due atlete è stato il Ten. Col. Walter Borghino del Centro Sportivo Esercito, neo Consigliere Federale della FPI.

Nei 54 Kg. la laziale Paola Massagrande, dell’ASD Filippella Boxe Sport Club Setteville, esperta atleta della Nazionale Italiana, che lo scorso anno ha dovuto cedere la maglia alla siciliana Giacoma Cordio, ha vinto per walkover, ossia per abbandono dell’avversaria, l’azzurra del Centro Sportivo Esercito Giada Landi, di Livorno, classe ’89, medaglia di bronzo ai Campionati dell’Unione Europea del 2009. A premiare l’atleta è stato il Consigliere Federale e Vicecoordinatore del Settore Comunicazione e Marketing della FPI Maria Moroni.

A riconquistare il titolo di campionessa italiana nei 57 Kg., dopo il fermo nel 2008, è stata l’esperta Marzia Davide, di Pontecagnano, classe ’80, dell’ASD Sporting Center, vicecampionessa mondiale nel 2002, campionessa europea nel 2003 e 2004, vicecampionessa dell’Unione Europea nel 2008 e campionessa italiana per ben quattro volte, nel 2002, 2004, 2005 e 2007. La punta di diamante per Londra 2012, ha battuto per 23 a 2 la siciliana Michela Rosanna Cottone, dell’ASD Polisportiva “Little Club”, di Palermo, classe ’75, campionessa universitaria nel 2005, campionessa italiana nel 2005 e 2007, che ha vestito nel 2005 e 2006 la maglia azzurra. I potenti sinistri in avanzamento della guardia destra Davide hanno fatto la differenza contro un’avversaria chiusa e comunque coraggiosa. Ad arbitrare il match è stata la laziale Martina Mollicone mentre a premiare le due pugili è stato il Consigliere Federale e Coordinatore del Settore Tecnico Nazionale Femminile della FPI Elisabetta Patroncini.

Nei 60 Kg., nell’incontro arbitrato dalla toscana Paola Falorni, la prima vittoria del Centro Sportivo Esercito con l’ottima prova dell’azzurra Romina Marenda, di Vicenza, classe ’84, vicecampionessa italiana nel 2008 nella categoria dei 63 Kg., che ha superato per 12 a 5 la laziale Arianna Zaccagnini, dell’ASCD Talenti Boxe, di Roma, classe ’85. L’esperienza ha avuto la meglio nella terza ripresa in cui Marenda ha iniziato ad imporsi distanziando l’avversaria nel punteggio. A mettere le medaglie al collo delle due atlete è stato il Responsabile della Nazionale Italiana Femminile Cesare Frontaloni, tecnico del Centro Sportivo Esercito.

Nel penultimo incontro degli assoluti femminili arbitrato dalla campana Carmela Celeste, a portare a casa la vittoria nei 64 Kg. è stata la toscana Monica Bernazzi, di Grosseto, classe ’76, appartenente all’ASD Fight Gym Grosseto, campionessa italiana nel 2007, che, dopo aver disputato un ottimo campionato, ha vinto per 6 a 1 contro la piemontese Valentina Santambrogio, di Chieri, classe ’90, dell’ASD Boxe Chieri. A premiare le campionessa e vicecampionessa di questa ottava edizione è stato il Responsabile della Nazionale Italiana Maschile Raffaele Bergamasco, ex allenatore della Squadra Femminile.
A chiudere il pomeriggio dei guantoni rosa tricolore è stata la categoria dei 69 Kg., in cui ad avere la meglio è stata la lombarda Jennifer Corti, di Varese, classe ’82, dell’ASD Panthers Lauri, cintura lombarda 2008 e 2009, che ha superato per 10 a 8 la campana Viviana Castaldo Tuccillo, dell’ASD Excelsior Boxe, di San Gennaro Vesuviano, classe ’85. Corti, guardia destra molto agguerrita, ha rimontato nella terza ripresa, dopo aver subito gli incroci precisi della Tuccillo che ha perso il ritmo lasciando spazio all’avversaria. L’incontro è stato arbitrato dalla laziale Sara Badii. Il momento solenne delle premiazioni è spettato al Ten. Col. Paolo Pavano del Centro Sportivo Esercito.

A seguire, sul ring della Cecchignola, si sono messe in bella mostra le finaliste Cadette delle categorie di peso dei Kg. 46, 48, 50, 52, 57, 60 e 63 del Trofeo Nazionale Femminile Cadette-Juniores 2009. La maglia federale, realizzata per l’occasione da Boxeur des Rues, fornitore ufficiale della FPI, nei 46 Kg., in un derby molto acceso arbitrato dalla piemontese Alexandra Rangu, è andata alla siciliana Chiara Crimi, dell’ASD Pugilistica Marsala Ring, che ha battuto per 11 a 2 l’altra conterranea Angela Lanteri, dell’ASD Tigers Kombact Boxe. Nei 48 Kg., sotto l’arbitraggio della sarda Cinzia Lai, ancora una vittoria per la Sicilia con Alessia Franzella, anche lei dell’ASD Tigers Kombact Boxe, che ha battuto per 13 a 1 l’emiliana Giulia Mannino, dell’ASD Boxing Club Medicina. Nei 50 Kg. la campana Alessia Socci, dell’ASD Pugilistica “Metropolis” ha avuto la meglio sull’abruzzese Denise Troiano, della Cepagatti Boxe. Ad arbitrare l’incontro è stata l’umbra Alessia Micarelli. Nei 52 Kg. la Campania ha alzato di nuovo il braccio con Mariarosaria Stellato, dell’ASD Excelsior Boxe, che ha superato per 16 a 3 la laziale Francesca Fanelli, dell’Ass. Pugilistica Polivalente Angelo Jacopucci. Arbitro dell’incontro è stata la toscana Paola Falorni. Terza vittoria per la Sicilia, nei 57 Kg., nell’incontro arbitrato dalla laziale Martina Mollicone, con la brillante prova di Francesca Loreto, dell’ASD Tigers Kombact Boxe, che ha battuto per 14 a 1 la campana Sara Crispino, dell’ASD Pugilistica Giugliano. L’incontro dei 60 Kg., arbitrato dalla sarda Eleonora Zanzi, ha visto prevalere la campana Filomena De Marco, dell’ASD Pugilistica Battipagliese, che ha superato per 6 a 2 la siciliana Ninfa Troia, dell’ASD Polisportiva Martorana Sporting Club. L’ultimo incontro del torneo, nella categoria dei 63 Kg., arbitrato dalla piemontese Alexandra Rangu, è stato vinto dalla campana Raffaella Parricella, dell’ASD Excelsior Boxe, che ha battuto per 7 a 2 l’abruzzese Alessandra Perinetti, della Cepagatti Boxe.
A dominare in assoluto in questi campionati è stata la Sicilia, con due vittorie negli assoluti, e tre nel trofeo nazionale.

Pronto a ricompattare la Nazionale Azzurra Femminile in vista del ricco programma del 2010, il Ct Cesare Frontaloni è soddisfatto dell’andamento di questi campionati. “Devo ammettere, però, che il livello tecnico si è espresso al meglio in occasione delle Semifinali. Il calo di tensione si è fatto un po’ sentire oggi ma nel complesso gli incontri sono andati bene ed hanno riconfermato il valore delle atlete più esperte con molte sorprese tra le più giovanissime. Dopo il 6 gennaio la Nazionale Femminile si rimetterà all’opera. Nel 2010 punteremo ai mondiali di settembre e lavoreremo molto con le categorie di peso dei 51, 60 e 75 Kg. ammesse alle Olimpiadi”.

La messa in onda su Rai Sport Più
Le Finali dei Campionati Italiani Assoluti Femminili e Trofeo Nazionale Femminile Cadette e Juniores 2009 verranno trasmesse in differita su Rai Sport Più giovedì 26 novembre dalle ore 14.45 alle ore 17.00

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©