Sport / Vari

Commenta Stampa

Boxe: prova superata per il sardo Bruno Licheri


Boxe: prova superata per il sardo Bruno Licheri
25/04/2010, 20:04

Dopo la lunga attesa dei giorni scorsi, l’Italia si è fatta subito notare in occasione della sedicesima edizione degli AIBA Youth World Boxing Championships, in corso a Baku in Azerbaijan fino al 3 maggio.
Il torneo di qualificazione previsto per i Giochi Olimpici Youth, in programma a Singapore dal 14 al 26 agosto, ha preso il via nell’arena del Serhedchi Olympic Sport Complex di Baku, dove in questo momento si sta svolgendo la Cerimonia di Apertura alla presenza delle massime autorità del pugilato mondiale. A dare il via ai lavori è stato il Presidente dell’AIBA Ching-Kuo Wu. Accanto a lui tutto lo staff dirigenziale tra cui il Presidente della FPI Franco Falcinelli che partecipa all’evento in qualità di Presidente della Commissione Draw (sorteggi dei giudici) e Presidente della Commissione Esami Tecnici Delegati.

I Campionati Mondiali Youth quest’anno hanno raggiunto un record storico con 467 pugili partecipanti (questo il numero definitivo) provenienti da 110, tra cui paesi forti come la Russia, Cuba, il Kazakistan, la Turchia, che hanno schierato ben undici pugili e che quindi si sono presentati con le squadre al completo. Le categorie di peso in gara, infatti, sono 11: 48kg, 51kg, 54kg, 57kg, 60kg, 64kg, 69kg, 75kg, 81kg, 91kg, 91+ kg.
Gli Youth, ex Junior, di età compresa tra i 17 ed i 18 anni, che conquisteranno l’ambito pass olimpico sono i primi quattro di ogni categoria. Gli altri avranno comunque la possibilità di accedere alle Olimpiadi attraverso le wild cards che la Commissione AIBA assegnerà ai migliori 22 atleti che si distingueranno durante il campionato.

Il tricolore non ha perso dunque tempo è oggi pomeriggio, nella prima sessione di Eliminatorie, si è fatto strada nei 57 Kg. con il sardo Bruno Licheri, classe ’92, appartenente alla Boxing Club Mario Solinas di Porto Torres, campione italiano in carica e medaglia di bronzo all’ultimo torneo in Polonia, guidato all’angolo dai tecnici Francesco Damiani e Maurizio Stecca. L’azzurro, sulla distanza di tre round da tre minuti ciascuno, ha battuto per 13 a 8 lo slovacco David Zold, in un match difficile. “Ha giocato molto l’emozione del primo incontro mondiale – commenta Stecca – e quindi la tensione si è fatta sentire, soprattutto per il fatto che Licheri è tornato sul quadrato dopo un lungo periodo di inattività. E’ stato un buon match e ora nel secondo incontro, in programma per martedì, l’azzurro incontrerà un inglese. Ci sono buone possibilità”.

In serata tenterà la scalata al podio nei 69 Kg., nel settimo incontro della seconda sessione di gara, il calabrese Dario Morello, classe’93, della Morello Team Boxe, che dovrà vedersela con il finlandese Henri Sami Ensio Kekalainen.

Domani mattina, intorno alle ore 11.00 locali, il terzo azzurro in gara sarà il sardo Manuel Cappai, classe ’92, figlio del campione italiano Fabrizio Cappai, di Cagliari, appartenente all’Accademia Pugilistica Franco Loi e campione italiano junior in carica, che combatterà contro Bulugaha Elegedara Rosan Indika War (SRY).
Martedì 27 saliranno sul quadrato anche il campano Donato Cosenza, classe ’92, della Napoli Boxe e vicecampione italiano nei 64 Kg., alle prese nei 60 Kg. con Alshaj Ised Abedalqader (JOR), ed il toscano Fabio Turchi, della Boxing Club Firenze, in sfida nei 91 Kg. con Zukhurov Siyovush (TJK).

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©