Sport / Basket

Commenta Stampa

BPMED Napoli, vittoria al fotofinish contro Recanati


BPMED Napoli, vittoria al fotofinish contro Recanati
20/02/2012, 09:02

LA FORTEZZA RECANATI-BPMED NAPOLI 92-94 dts

RECANATI: Centanni 20, Ceron 3, Fossati 3, Pierini 24, Chiarello 12, Cecchetti 4, Ercoli ne, Pierangeli ne, Traini 20, Gilardi 6. All. Coen.
NAPOLI: Sabbatino 12, Musso 26, Bastone 2, Gatti 6, Iannilli 9, Rotondo 5, Rizzitiello 19, D’Avino, Guastaferro 9, Lenardon 6. All. Bartocci.

ARBITRI: Canestrelli di Genova e Chersicla di Erba.

NOTE: Parziali 25-20, 36-42, 66-60, 82-82. Uscito per falli Chiarello.

Il Napoli Basketball espugna Recanati 94-92 conquistando la decima vittoria consecutiva. Nessuno ha saputo fare meglio nel campionato di Divisione Nazionale A. Partita decisa all’overtime da un tiro di Nelson Rizzitiello a un secondo e mezzo dalla sirena, ma fondamentali sono stati i 26 punti di Musso, 14 dei quali realizzati nell’ultimo quarto. Per gli azzurri è l’ottava vittoria in trasferta, la prima ai supplementari. Una grande prova di squadra, se si pensa che ben nove partenopei sono andati a canestro. Ancora fondamentale l’apporto di Nunzio Sabbatino, il play napoletano autore di due triple nell’overtime. E giovedì (ore 20.30) al PalaBarbuto arriva Chieti.

In cronaca, Napoli parte bene con 5 punti di Rizzitiello. Chiarello fa 4-5, poi Traini con un gioco da tre punti regala il primo vantaggio ai locali dopo 2’30”. Musso trova il primo canestro per il 9-8, quindi a metà tempo Iannilli segna il canestro dell’11-11. Recanati prova subito la fuga (19-13), Sabbatino accorcia ma è solo un’illusione perché La Fortezza allunga fino al 25-15. La reazione azzurra non si fa attendere, e a cavallo tra il primo e il secondo quarto arriva un contro break di 7-0 firmato Rizzitiello, Iannilli e Sabbatino (25-22). Recanati aumenta ancora il divario, Napoli resta a galla grazie a 5 punti di Rotondo (32-27), poi è Bernardo Musso a rimettere il punteggio in equilibrio: 32-30 a metà secondo periodo. La parità arriva un minuto dopo: stoppata di Gatti, in contropiede Bastone fa 32 pari, poi le triple di Lenardon, Gatti e Musso fanno volare Napoli: 41-33 con un parziale di 14-1. A metà partita il tabellone dice 42-36, per Napoli 9 punti di Rizzitiello e Musso, 6 rimbalzi di Gatti, 8 atleti a segno ma anche 15 palle perse (saranno 27 al termine) e 36 punti subiti, un dato inusuale per la miglior difesa del campionato.

Napoli riprende sulle ali dell’entusiasmo, Rizzitiello e Lenardon fanno 47-36, massimo vantaggio al 21’. Quando però la partita sembra incanalarsi sui binari giusti arriva la reazione di Recanati, che realizza 11 punti consecutivi in poco più di 2’ riportandosi in vantaggio (49-47). Rizzitiello e Pierini si sfidano dall’arco, 52-50, poi Pierini e Traini puniscono la zona di Napoli con due triple, 58-50. La Fortezza si esalta e il parziale lungo è sbalorditivo: 22-3 per i locali. Guastaferro è il nono marcatore azzurro, ma serve una grande difesa per risalire: due recuperi nell’ultimo minuto permettono agli ospiti di chiudere sotto di 6 al 30’ (66-60). Ultimo quarto. Traini fa 68-60, Musso accorcia dall’arco, poi fallo tecnico di Traini al 33’; Napoli lo sfrutta al meglio con due liberi dell’argentino e un tiro dalla media di Iannilli. Il Musso show continua: tre triple, due assist a Guastaferro e un rimbalzo valgono l’80-73 Napoli. Recanati non muore mai, 80-79, Gatti segna dopo un rimbalzo offensivo ma sbaglia il libero aggiuntivo: 82-79. Centanni impatta da tre, Musso commette infrazione di 5 secondi a 10” dalla sirena, ma Traini non punisce Napoli, perdendo palla e portando il match ai supplementari. E’ ancora battaglia: i marchigiani vanno a +4, Sabbatino segna una tripla fondamentale per il pareggio, Iannilli dalla lunetta fa +2 ma un gioco da tre di Traini vale il 90-89 Recanati a 1’ dal termine. Ancora un grande Sabbatino dall’arco, replica Traini: 92-92. Time-out Bartocci, ultimo attacco partenopeo a -3”, è Rizzitiello a decidere il match. Finisce 94-92, la festa azzurra continua.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©