Sport / Calcio

Commenta Stampa

Il portiere affronta il tema del razzismo nel calcio

Buffon: "Non credo che i tifosi agiscano per odio razziale"

"Multare la Juve per il coro dei bambini è esagerato"

Buffon: 'Non credo che i tifosi agiscano per odio razziale'
30/12/2013, 11:54

In un'intervista rilasciata a La Gazzetta dello Sport, il portiere della Juventus e capitano dei bianconeri e della nazionale Gianluigi Buffon ha affrontato il tema del razzismo nel mondo del calcio: «Non credo che i tifosi agiscano per odio razziale. Anche quando offendono l’avversario con gli ululati, penso che l’obiettivo sia quello di farsi sentire, di dare risalto al dissenso. Io li conosco bene, sono stato uno di loro e magari con loro ho cantato cori poco carini, so con quale spirito vengono fatti. E poi giocatori di altre razze ci sono in ogni squadra, non avrebbe senso. Cori di discriminazione territoriale? Il confine fra lo sfottò e la discriminazione territoriale è sottile. Multa alla Juve per il “merda” urlato dai bambini? Non si era mai punito quel coro prima: la multa è arrivata perché l’hanno urlato i più piccoli. Hanno voluto dare l’esempio, ma credo si sia esagerato».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©