Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Auguri dallo staffi di Settima Azzurra e Julie News

Buon compleanno Diego


Buon compleanno Diego
30/10/2013, 09:18

NAPOLI - Il 30 ottobre di cinquantatre anni fa venne al mondo colui che sarebbe stato il numero 1 del calcio mondiale. Parliamo dell'unico e irragiungibile Diego Armando Maradona che oggi conpie 53 anni. Il Pibe esordisce a soli 16 anni nella massima serie con la maglia dell'Argentinos Junior. Uno dei pochi giocatori ad esordire così giovane. A 21 anni indossa la maglia della sua squadra del cuore, il Boca Juniors che per il fallimento è costretto a cederlo. Infatti, militerà nel Barcellona pèer due anni, quelli più brutti della sua carriera condizionati anche dall'unico infortunio. Gli anni d'oro sono quelli che vedranno a Napoli dove vincerà 2 scudetti, 1 coppa uefa, 1 coppa nazionale e una super coppa nazionale. Nel '91 lascia Napoli per andare in terra spagnola, nel Siviglia. Dopo 10 anni ritorna, calcisticamenti in Argentina con la maglia del Newell's O.B. Chiuderà la carriera nel '97 con la maglia del suo Boca. Dal 1977 al 1994 non lascia mai la maglia dell'Argentina siglando 34 reti in Nazionale A su 98 presenze. 
Neanche terminata la carriera di calciatore, il Pibe si "getta" in un'altra sfida: allena il Textil Mandiyu. L'anno successivo (il 1995), sarà il manager del Racing Club. Per 2 anni vestire i panni del CT della Nazionale Argentina. Ultima esperienza da allenatore è l' Al-Wasl.
Sia il Maradona uomo che calciatore che allenatore è stato soggetto a critiche, a volte anche pensati. Basti pensare al caso doping, al figlio Diego Armando Maradona Junior, e tanto altro. Noi siamo qui oggi per ricordare a tutti chi era Maradona e cosa realmente lascerà a tutti.
Per questo citeremo i numeri del Pibe nel suo periodo d'oro.
In maglia partenopea la Mano de Dios ha siglato 81 reti in 188 partite. Mai nessun giocatore del Napoli su accolto con settantamila spettatori alla sua presentazione. Chi davverò l'ha seguito non potrà mai dimenticarsi queste parole « Voglio diventare l'idolo dei ragazzi poveri di Napoli, perché loro sono come ero io a Buenos Aires. » Oggi con certezza possiamo dire che è l'idolo di tutti gli amanti del calcio.
Tanti auguri dall'intero staff di Settimana Azzurra e Julie News.
Buon Compleanno Diego. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©