Sport / Motorsport

Commenta Stampa

Buon compleanno Vesuvio Chapter


Buon compleanno Vesuvio Chapter
14/12/2009, 13:12

I bikers che vivono nella città del sole, hanno come proprio riferimento culturale e sportivo l’associazione Vesuvio Chapter, nata nel dicembre del 2002. Come spesso accade, è dall’incontro di due personalità diverse, che nascono i migliori matrimoni. Nel settembre del 2002 Luciano D’Ambrosio, appassionato di moto, incontra ad un raduno Giovanni Borrelli, dealer Harley a Napoli. Nonostante la differenza d’età, tra loro nacque subito una profonda amicizia, accomunata dal desiderio di creare nella città partenopea un polo d’attrazione per i bikers. Il loro sogno si trasformò in una sfida, e al loro entusiasmo si aggiunse quello di tanti altri centauri. Prende vita così il 18 dicembre di quell’anno il Chapter del vulcano più famoso del mondo. Man mano che si andava avanti negli incontri e nelle uscite collettive, aumentava il numero dei motociclisti al loro seguito, tutti accomunati dalla voglia di stare insieme in serenità, di percorrere chilometri infiniti nel sole e nel vento, come solo con le moto si può fare. Oggi il Vesuvio Chapter è diretto da Alberto Damasco, conosciuto nell’ambiente come Alberto Screamin’ Eagle: “La nostra sede – spiega Alberto – è in viale Maddalena n° 380, ed è frequentata abitualmente da 90 soci. Ogni occasione è buona per stare insieme, e trascorrere il tempo all’insegna dell’amore per la propria moto. Abbiamo anche la sezione Lady, dedicata alle appassionate, siano esse passeggere o guidatrici. Tutti rispettiamo un codice di comportamento, perché far parte di un gruppo significa innanzitutto sottostare a delle regole che permettano una convivenza pacifica. Viviamo il motociclismo in maniera semplice, come momento d’aggregazione, nel quale convivono valori sportivi, morali e di solidarietà. Il 19 vi aspettiamo nella nostra sede per festeggiare il nostro ottavo compleanno, e per scambiarci gli auguri natalizi”.

Commenta Stampa
di Alfredo Di Costanzo
Riproduzione riservata ©