Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Cabrini: "Il Napoli doveva crerci di più"


Cabrini: 'Il Napoli doveva crerci di più'
03/11/2011, 14:11

A Radio Crc è intervenuto Antonio Cabrini, ex terzino della Juventus: “Le sconfitte sono costruttive fino ad un certo punto. È vero che il Napoli è uscito a testa alta dall’Allianz Arena, ma perdere non fa mai bene. Una squadra che vuole arrivare a certi traguardi però deve scendere in campo con altri presupposti e con un altro atteggiamento. Il Napoli contro il Manchester City si giocherà la sua qualificazione, ma non accetto che il Napoli sia andato a Monaco con la convinzione di perdere, non si può dire che il Bayern sia imbattibile. È una questione di mentalità, una grande squadra non può nascondersi dietro a questi alibi. Il Napoli ha fatto una buona partita, ma forse era meglio giocare meno bene ed incassare almeno un punto. Hamsik ieri probabilmente ha faticato a prendere posizione, ha avuto cuore solo nel finale, Cavani invece alterna grandi prestazioni a prestazioni mediocri questo perché viene da un anno faticoso con Napoli e con l’Uruguay, credo che sarà al top nel giro di un paio di mesi. La Juventus è avvantaggiata sull’aspetto dell’organizzazione e sull’aspetto fisico. Giocare sia in campo internazionale che in campionato provoca determinati problemi più nell’allenatore che nei calciatori. La Juventus sta bene fisicamente, ha più gamba proprio perché non giocando l’Europa, ha tempo per preparate le partite”.

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©