Sport / Calcio

Commenta Stampa

La controdecisione

Cagliari, Cellino ci ripensa: Lopez resta


Massimo Cellino
Massimo Cellino
18/02/2014, 19:54

CAGLIARI - Era stata la delusione per la sconfitta interna rimediata domenica scorsa al Sant'Elia contro il Livorno a far pensare al presidente Massimo Cellino di licenziare il suo allenatore Diego Lopez. Evidentemente la notte e la volontà dello spogliatoio rossoblù che si è schierato compatto dalla parte del tecnico uruguaiano, hanno portato consiglio al patron cagliaritano che per il momento ha congelato ogni decisione. Diego Lopez per il momento resta al suo posto e oggi pomeriggio ha diretto il primo allenamento di una settimana che si concluderà con la sfida in casa dell'Inter. Difficile sostenere che l'allenatore del Cagliari si giocherà la permanenza alla guida della sua squadra proprio in una sfida così difficile, ma di sicuro il presidente Cellino vuole vedere una inversione di rotta della sua compagine. Troppo molle la squadra isolana sia al cospetto della Sampdoria due settimane fa che domenica contro il Livorno tanto che Conti e compagni hanno rimediato due sconfitte consecutive. Non è piaciuto ai tifosi e sicuramente nemmeno al massimo dirigente cagliaritano, l'atteggiamento troppo remissivo, l'eccessivo nervosismo e alcune scelte tecniche di Lopez che per questo è finito sulla graticola. Saranno giorni di fuoco, quindi, per l'ex difensore che ora non potrà più sbagliare nulla se vorrà difendere il suo posto da Ivo Pulga, attualmente allenatore in seconda e già individuato da Cellino per gestire l'eventuale post-esonero.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©