Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

VOTI E COMMENTI

Cagliari-Napoli 0-0, le pagelle


Cagliari-Napoli 0-0, le pagelle
23/10/2011, 17:10

De Sanctis 6,5 - La difesa a tratti balla, i legni lo salvano due volte. Decisivo nelle uscite e nelle prime fasi di gioco su Nenè.

Aronica 6,5 - E' bravo in un paio di chiusure. Peccato per la quantità industriale di lanci inefficaci che partono dai suoi piedi. Si immola due volte consecutivamente nella ripresa.

Fernandez 6,5 - Per un giocatore così alto e lento non è facile giocare giocare da centrale nella difesa a tre. Se la cava bene, dimostrando le ottime qualità aeree che lo contraddistinguono.

Campagnaro 6,5 - Soffre a tratti Cossu che galleggia dalle sue parti. Un paio di sbavature ma anche tante chiusure efficaci.

Zuniga 6 - Il voto è la media dell'inconsistenza del primo tempo e della buona prestazione offerta nella ripresa. Sbaglia nel calciare verso la porta nell'ultima occasione della partita.

Gargano 5,5 - Parte male e soffre tanto il centrocampo cagliaritano. Si fa male nella ripresa ed è costretto ad uscire.

Dzemaili 6 - Nel secondo tempo ha l'occasione della vita, sprecata in malo modo. Benino in interdizione, per 20 minuti nella ripresa non tocca palla. Ottime un paio di verticalizzazioni.

Dossena 6 - Stavolta corre davvero tanto, ma non sempre accompagna con efficacia l'azione. Peccato per due bellissimi cross non sfruttati dai compagni.

Santana 6 - Meglio che in altre circostanze (non che l'impresa fosse impossibile). Nell'occasione del palo era molto più semplice segnare.

Lavezzi 5,5 - Match non all'altezza della sua fama. Pochi dribbling, poche accelerazioni e tiri inconsistenti.

Cavani 5 - Generoso come sempre, ma il Matador non c'è e si vede.


I SUBENTRATI

Hamsik 5,5 - Il suo ingresso non incide. Fumoso e confusionario.

Maggio 6,5 - Facile dirlo col senno di poi, ma poteva entrare prima.

Inler 5,5 - Vedi Hamsik.


Mazzarri 6 - Cambi tardivi, squadra a tratti spaccata in due e una cattiva gestione dei cambi di gioco, spesso effettuati dai difensori che di certo non hanno il piede per lanci di 60 metri. Punto agrodolce.

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©