Sport / Vari

Commenta Stampa

CALCIO: ATALANTA-NAPOLI 3-1


CALCIO: ATALANTA-NAPOLI 3-1
17/11/2008, 09:11

Il Napoli non sfata il tabù di Bergamo, gli azzurri incassano il 3-1 dalla squadra di Del Neri nel pomeriggio dell’arbitro Brighi. E’ lui il reale protagonista della giornata: il direttore di gara, prima espelle Marcelo Zalayeta per doppia ammonizione che poco convincono il Napoli, poi concede agli azzurri un rigore particolarmente dubbio, non espelle Doni che gli grida parole irripetibili per protesta e riesce perfino a non assegnare un penalty all’Atalanta più che evidente.
Andiamo per grado: la partita parte fiacca, le due formazioni si studiano e si temono e lo spettacolo ne risente. Il primo tempo, infatti si chiude sullo 0-0 e si annoverano poche occasioni: al 4' Denis crossa per Hamsik che gira di testa, ma Coppola salva sulla linea. Al 15' Floccari in area tocca per Doni il tiro è fuori. Arriva la prima sostituzione, entra Zalayeta per Denis che è costretto a uscire per una brutta botta al polso. L’uruguayano mette subito paura a Coppola che, però, reagisce e gli nega il goal.
La ripresa è tutta diversa: partono bene i padroni di casa con Ferreira Pinto che prima prova a segnare e poi ci riesce con uno splendido dribbling . Il Napoli resta in 10 per l’espulsione di Zalayeta, ma reagisce e al 25' Lavezzi va giù in area su contatto con Manfredini, è calcio di rigore, anche se il replay smentisce anche questa decisione di Brighi. Sul dischetto va Hamsik che non sbaglia. Tutto si decide nel finale, la punizione di Mafredini trova la deviazione di Gargano e supera Iezzo, poi ci pensa Floccari a chiudere i conti. Dubbi in attacco per la sfida con il Cagliari Reja rischia di dover fare a meno di Denis infortunato, mentre l’assenza di Zalayeta è certa vista l’espulsione. Un bel dilemma.  


Commenta Stampa
di Francesca Fortunato
Riproduzione riservata ©

Correlati