Sport / Vari

Commenta Stampa

CALCIO: IL NAPOLI SI COSTITUISCE PARTE CIVILE CONTRO SEI ULTRAS


CALCIO: IL NAPOLI SI COSTITUISCE PARTE CIVILE CONTRO SEI ULTRAS
17/09/2008, 17:09

La società sportiva Calcio Napoli si è costituita parte civile nel procedimento contro sei ultras accusati per incidenti avvenuti negli anni scorsi allo stadio stadio San Paolo. La richiesta è stata formalizzata oggi dall'avvocato Bruno Botti, legale della società azzurra, nel corso dell'udienza preliminare davanti al gup di Napoli Carlo Alabiso. Il giudice è chiamato a pronunciarsi sulle richieste di rinvio a giudizio avanzata dal Pm Antonio Ardituro nei confronti di sei tifosi azzurri, tra cui anche capi di gruppi ultras, accusati a vario titolo, di associazione per delinquere, estorsione e esplosione di ordigni allo scopo di suscitare disordini. Al centro dell'inchiesta, in particolare, l'esplosione di bombe carta durante Napoli-Frosinone del 2006 e l'incendio doloso in tribuna stampa avvenuto il 27 gennaio 2005. Episodi interpretati dai magistrati come intimidazioni ai danni della società allo scopo di ottenere centinaia di biglietti omaggio. Nella dichiarazione di costituzione di parte civile, l'avvocato Botti sottolinea, tra l'altro, che l'azione é finalizzata alla richiesta a titolo di risarcimento dei danni morali e materiali di "non meno di 5 milioni di euro".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©