Sport / Vari

Commenta Stampa

CALCIO, MONTERVINO: "MANCA UN LEADER MA USCIRA'"


CALCIO, MONTERVINO: 'MANCA UN LEADER MA USCIRA''
27/11/2008, 16:11

Andremo a Milano pensando che possiamo fare risultato”, parola di Francesco Montervino. Il giocatore azzurro analizza gli errori commessi contro Atalanta e Cagliari e pensa alla sfida di domenica contro l’Inter. Tutta Italia tiferà per noi? Nessun problema psicologico “essere una squadra giovane in questo puà aiutare, si va in campo spensierati e senza particolari pressioni psicologiche. Si sente meno il peso”.
“Non potremo fare la stessa scelta tecnica del Panathinaikos, non possiamo restare a subire, subire e poi provare a colpire in contropiede, se non battiamo noi l’Inter non può farlo nessuno”.
Quando gli si chiede, ironicamente, a che ora va a letto la squadra Montervino risponde: mi sono ubriacato contro Fiorentina e Udinese ed è andata bene…” al di là delle scherzose dichiarazioni il capitano azzurro ammette: “gli errori ci sono stati ma non si deve parlare di determinate cose sono quando la formazione balbetta in campo”.
In ogni caso “Il Napoli non si deve preoccupare di nessuno, solo di se stesso. C’è la giusta consapevolezza di essere forti tra di noi.” Manca un leader? "Non risponderò come vi aspettate- ha dichiarato- in questo momento stanno giocando i giocatori che fanno della freschezza fisica la loro caratteristica. Credo che qualcuno tra poco uscirà. Chi indossa la fascia in questo momento è un po’ buonista, ma vedrete che uscirà”.
C’è tempo anche per approfondire la questione arbitri e del rapporto in campo con loro, in particolare c’è il bisogno che qualcuno si faccia sentire: “ci sarà qualche giocatore che si farà sentire. Che si proporrà. Bisogna discutere con intelligenza, se qualcuno di noi avesse fatto ciò che hanno fatto Gattuso o Doni sarebbe stato cacciato fuori subito” .
Per quanto riguarda l’obiettivo Champions “lo pensiamo ma non lo diciamo”.

Commenta Stampa
di Francesca Fortunato
Riproduzione riservata ©