Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Calcio Napoli, Callejon: "Roma avanti, ma noi vogliamo il secondo posto"


Calcio Napoli, Callejon: 'Roma avanti, ma noi vogliamo il secondo posto'
07/03/2014, 10:47

NAPOLI - Josè Callejon ha rilasciato una lunga intervista al quotidiano Il Messaggero. L'azzurro ha parlato del big match di domenica con i giallorossi: "Cosa temiamo della Roma? Come noi, ama giocare al calcio, è una squadra che dà spettacolo, cerca sempre il fraseggio, il bel gioco. E poi sta facendo cose incredibili. E' un avversario molto forte, con calciatori di altissimo livello - ha spiegato l'esterno azzurro -. Più o meno forte del Napoli? Per adesso la classifica dice che la Roma è avanti, ma noi vogliamo il secondo posto. L'abbiamo battuta qui al San Paolo in Coppa Italia, possiamo ripeterci domenica. C'è sempre una certa rivalità tra le due squadre? E' normale, la sento. Dipende molto dalla classifica. Diciamo che è un derby, le sensazioni sono queste».

Alla domanda se il Napoli si sente penalizzato rispetto alla Roma, lo spagnolo ha risposto: "No, succede che si facciano notare certi episodi. Ma poi finisce tutto lì. Roma con tante assenze? Non si può mai dire, comunque la rosa della Roma è di livello. Io spero sempre di vedere tutti in campo, è importante per lo spettacolo che a queste sfide partecipino i migliori. Totti? Lui è un grande. Vederlo giocare così bene e a quell’età è stimolante, un piacere. Lui è la felicità".

L'esterno azzurro ha parlato anche dei giocatori che lo hanno più colpito: "In Italia mi ha impressionato Pirlo. Mi piace sempre il giocatore-mente di una squadra. Da noi è così Xabi Alonso. Cristiano Ronaldo? Mi piace la sua mentalità, un vincente. Meglio di Messi? Sì, più completo. Si dice che il calcio italiano non sia all'altezza di quello spagnolo? No, anche qui ci sono grandi calciatori, squadre che giocano un bel calcio. Forse la mentalità è un po' diversa. Esempio? Sotto l'aspetto tattico, qui forse si pensa più a difendere. Poi però ci sono squadre come Juve, Roma e Napoli che invece puntano allo spettacolo, alla ricerca del bel gioco. Ecco, uno come Benitez sta contribuendo molto al cambio di mentalità. Così come Conte e Garcia".

Su cosa chiederebbe al futuro, Callejon non ha avuto dubbi: "Lo scudetto. La Roma con Higuain vincerebbe il titolo? E chi può dirlo? Magari hai il centravanti e ti manca altro. Perché il Napoli stecca con le piccole e non con le grandi? E' un problema di concentrazione, di motivazione. Le sfide importanti ti caricano automaticamente, con le squadre più piccole forse devi essere più attento. Purtroppo abbiamo perso troppi punti per strada".

Napoli-Roma è considerata un po' una finale per il secondo posto: "Più o meno sì - ha ammesso Callejon, penso che la Juve sia la più forte. E' chiaro, se non facciamo risultato, la seconda posizione sarà difficile da raggiungere. Domenica vogliamo vincere a tutti i costi. Il nostro scopo è tornare in Champions, oltre che onorare l’Europa League e vincere la Coppa Italia".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©