Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

L'iniziativa di tre consiglieri comunali

Calcio Napoli, il San Paolo potrebbe cambiare nome


Calcio Napoli, il San Paolo potrebbe cambiare nome
26/03/2014, 11:40

NAPOLI - Tre consiglieri comunali di Ricostruzione Democratica hanno predisposto una delibera di inizativa consiliare per vendere il nome del San Paolo a uno sponsor in modo da ricavarne soldi. Lo ha riferito questa mattina l'edizione odierna del Corriere del Mezzogiorno. Il quotidiano spiega come i consiglieri, in attesa dell'iter che seguirà la delibera, stiano già portando avanti la loro battaglia. "Sarebbe un'occasione per il Comune di riprendere la gestione di un bene pubblico come lo stadio", ha dichiarato il consigliere Gennaro Esposito.

In aula ieri il gruppo di Ricostruzione democratica composta da Simona Molisso, Carlo Iannello e Gennaro Esposito, infatti ha presentato una delibera di indirizzo di iniziativa consiliare dal titolo emblematico: «Reperimento fondi per la ristrutturazione del San Paolo».

L'idea dei tre consiglieri è quella di vendere il nome dello stadio per reperire soldi e poi ristrutturare l'impianto di Fuorigrotta: "Servirebbe per offrire una migliore collocazione alla squadra tanta amata dai napoletani e rappresenterebbe anche un'occasione di sviluppo del quartiere che sarebbe in grado che sarebbe in grado di dare anche posti di lavoro per le tante attività che si possono immaginare nello stadio".

Il modello inseguito è quello che va per la maggiore in tutta Europa: nella delibera si fa riferimenti a quanto avviene a Londra dove lo stadio dell’Arsenal porta il nome Emirates Stadium, oppure a Monaco con la celebre Allianz Arena.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©