Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

"Con Lavezzi e Cavani avremmo parlato di grande Napoli"

Calcio Napoli, Maradona bacchetta De Laurentiis


Calcio Napoli, Maradona bacchetta De Laurentiis
16/05/2014, 10:49

NAPOLI - "Devo ritornare a Napoli, io devo ritornare a Napoli per vincere lo scudetto". Protagonista della puntata speciale "Ho visto Maradona", in onda su Piuenne, Diego Armando Maradona. "Sono arrivato a Napoli quando nessuno voleva venirci - ha detto l'ex Pibe de Oro - poi quando sono arrivato io sono venuti anche altri grandi campioni. Da giovane avevo voglia di giocare e far divertire la gente e a Napoli ho trovato il posto ideale per tutto questo. Rendere felice le persone di Napoli è stato più bello che vincere la coppa del mondo. Quando ho saputo che a Napoli mi aspettavano 80 mila persone ho pensato 'Da qui non me ne andrò più'. All'inizio però non eravamo una squadra forte, poi siamo diventati competitivi. Avevo litigato con il Barcellona e non volevo più restare lì, la scelta del Napoli è stata una salvezza per me. Di Napoli sapevo che la squadra era seguitissima ma che lottava per la retrocessione; io volevo vincere e mi sono detto 'Devo cambiare la situazione di Napoli, non è possibile che arrivi la Juve e faccia 3 gol. La Juve, il Milan e l'Inter dovranno soffrire a Napoli'. La nostra squadra? In squadra avevamo un ottimo centrocampo, ma lo spogliatoio è sempre stato vincente. Prima di essere calciatori eravamo uomini che avevano un gran voglia di vincere. Lo scudetto? La gente di Napoli lo meritava, abbiamo cominciato a vincere quando Bruscolotti mi ha dato la fascia di capitano. Per me è stato un orgoglio".

"Un posto dove vorrei essere ora? Certamente a Soccavo - ha confessato Diego - dove ci allenavamo e avevamo un solo campo. Altro che Milanello, dove c'erano quattro campi e una grande struttura. Era tutto di cemento, c'erano tanti problemi per noi ai piedi che se non era per Carmando che ci metteva in campo erano guai. Perchè amare Napoli? I napoletani sono ovunque, in India, a Dubai".

"De Laurentiis mi vuole ambasciatore nel mondo di questa squadra? Mi farebbe piacere ma - ammette Maradona - dobbiamo decidere bene. Io credo una cosa. Se Lavezzi e Cavani fossero ancora calciatori di questa squadra staremmo parlando di un grande Napoli. Invece De Laurentiis li ha fatti andare via. E questo mi dispiace molto. Io voglio un Napoli grande, che conti nel mondo. Non mi va che il Napoli perda il passaggio in Champions per colpa di un gol. Voglio essere ambasciatore, ma di un Napoli grande".

In occasione della trasmissione, Diego ha rindossato la mitica maglia numero 10 del Napoli dei suoi tempi, facendo emozionare migliaia di tifosi.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©