Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Calcio Napoli, riaperta lotta per secondo posto -video


.

Calcio Napoli, riaperta lotta per secondo posto -video
10/03/2014, 13:15

 Vince il Napoli e salva il suo finale di campionato. Lo fa in maniera sofferta, superando una Roma che prevale tatticamente ed atleticamente per buona parte della gara. Ma agli azzurri basta un gol nel finale di Callejon per portare a casa un risultato importantissimo. Ora i punti di distacco dalla Roma diventano tre, anche se i giallorossi devono recuperare la gara con il Parma, sospesa per l'impraticabilità del terreno di gioco dell'Olimpico. Ma la lotta per il secondo posto, che vale la qualificazione diretta ai gironi della Champions League, rimane aperta. Se la partita fosse finita con un risultato diverso, probabilmente la gara di stasera avrebbe messo la parola fine, come avevano detto alla vigila sia Benitez che Garcia, alla lotta per il secondo posto in classifica alle spalle della Juventus. Con la vittoria degli azzurri, invece, è ancora tutto possibile. Benitez non può schierare la squadra dei titolari per un'influenza che colpisce Jorginho poco prima della partita e lo sostituisce con Dzemaili. Garcia deve rinunciare a Totti, non ancora del tutto guarito e a De Rossi, che sconta il primo turno della lunga squalifica di tre giornate per il pugno a Icardi. Il tecnico giallorosso, a sorpresa, non schiera Destro al quale preferisce Bastos, affidando a Florenzi il ruolo di finto centravanti. La Roma recupera Strootman il cui impiego era stato messo a rischio dalla distorsione al ginocchio subita in occasione della partita disputata con la maglia della Nazionale olandese a metà settimana. Ma la gara del'olandese dura solo 10 minuti. Spinto da Dzemaili, cade male, si infortuna nuovamente al ginocchio ed è costretto ad uscire lasciando il posto a Taddei. La Roma è meglio disposta in campo e la rinuncia a Destro dà i suoi frutti sul piano tattico. I tre attaccanti giallorossi, infatti, non danno mai punti di riferimento alla difesa del Napoli che soffre le accelerazioni soprattutto di Gervinho e di Bastos. Nella prima parte della gara gli uomini di Garcia si presentano in più di una circostanza davanti alla porta di Reina e se non riescono a concretizzare questa supremazia con il vantaggio lo si deve da un lato alla loro eccessiva precipitazione ed imprecisione e dall'altro alla bravura di Reina, il quale sventa il pericolo in un paio di occasioni. Il Napoli è intimorito dal contropiede avversario ed aspetta la Roma nella propria metà campo, tentando, a sua volta, di sfruttare le ripartenze veloci. Il disegno tattico di Benitez, però, si scontra con l'eccessiva imprecisione nei passaggi di Hamsik e con la scarsa propensione di Inler e Dzemaili a lanciare in profondità gli esterni difensivi Maggio e Ghoulam quando si affacciano lungo le corsie laterali del terreno di gioco. Nella ripresa si accresce il predominio della Roma, anche se i centrocampisti giallorossi lasciano in alcune circostanze più spazio agli attaccanti del Napoli e consentono in un paio di occasioni a Callejon di procurarsi buone occasioni da gol, vanificate dall'imprecisione nelle conclusioni dello spagnolo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©